Gli studenti manifestano a Milano

Una folla immensa e pacifia ha attraversato le strade del capoluogo per tutta la mattina e parte del pomeriggio

Frotte di studenti attraversavano piazza Duomo fin dalle prime ore della mattina.
Ogni gruppetto al seguito dello striscione con il nome della propria
scuola. Provenivano ognuno dalle sedi dei diversi istituti o atenei. A
centinaia accorrevano poi dalle stazioni. Alle 9.30 si sono ritrovati tutti a largo Cairoli,
o meglio, quasi tutti. Lì si trovava per la precisione solo la testa
del corteo, la coda era appena uscita da piazza Duomo. Attorno alle 10
una pioggia sferzante, attraversata a tratti da qualche chicco di
grandine, ha messo a dura prova i manifestanti ma già pochi minuti dopo
era diminuita, per lasciare posto di lì a mezz’ora a una giornata
quanto mai limpida e soleggiata. Il corteo ufficiale ha cominciato a
muoversi quindi attorno alle 11. Palazzo Marino, piazzale
Meda, S. Babila, via Albricci sono i luoghi di riferimento per capire
il tragitto percorso dalla manifestazione
, ma non ci sono
stati punti in particolare dove gli studenti si sono trattenuti. È
stato un corteo molto rumoroso e fantasioso. Gli slogan e gli
striscioni con frasi simpatiche per esprimere le proteste si contavano
a centinaia. C’era il personale A.T.A. vestito da bidelli.
C’erano i chimici che "reagivano", i ricercatori "in scadenza" e gli
studenti "in svendita". La musica ha accompagnato tutta la protesta che
si è svolta, per tutta la durata del corteo, pacificamente. La polizia
che scortava i manifestanti era veramente poca, e non ha avuto del
resto bisogno di intervenire. Arrivati a Missori la coda del corteo si è però fermata. Piazza Duomo, distante oltre 300 metri, era già piena.
Attorno alle 14 il corteo vero e proprio era finito. Nonostante ciò un
folto gruppo di universitari a proseguito a manifestare organizzando un
sit-in a piazza Affari, dove hanno preso la parola alcuni studenti. Da
piazza Affari si sono mossi poi due cortei: uno in direzione
dell’accademia di Brera, l’altro in direzione dell’università Statale
di via Festa del Perdono per riunirsi in assemblea a discutere della
manifestazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.