I Comunisti fuori dalla Provincia

Scelta sofferta, dicono i rappresentanti del Pdci che sono usciti dalla giunta di Penati. Il Presidente risponde seccato a Diliberto

I Comunisti Italiani escono dalla
maggioranza di centrosinistra che governa la Provincia di
Milano. Lo ha annunciato il segretario del Pdci milanese,
Francesco Francescaglia, spiegando che si è trattato di una
scelta obbligata.

Secca e polemica la risposta del presidente penati alle parole del leader dei Comunisti Diliberto:

«Le
parole del segretario nazionale del Pdci sono offensive. Laddove si parla di
fallimento personale e di minacce, al segretario dico che mai il confronto
politico dovrebbe spingersi alle offese personali. Tra l’altro, senza elementi
di conoscenza diretta, ma solo ripetendo le parole del documento della
segreteria provinciale del Pdci. Così
il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati risponde alle
dichiarazioni del segretario nazionale del Pdci, Oliviero Diliberto, a seguito
della decisione del partito di uscire dalla maggioranza che governa la
Provincia di Milano.
In
ogni caso  non accetto lezioni sui fallimenti da chi
dovrebbe guardare prioritariamente alle proprie recenti vicende politiche».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.