I giovani comunisti al fianco della ragazza picchiata

“Bulli e razzisti sono dei vili, la mobilitazione unitaria sarà permanente”, si legge in una nota della Fgci varesina

Riceviamo e pubblichiamo

La Federazione Giovani Comunisti Italiani di Varese sta con la ragazza picchiata a Varese selvaggiamente da un gruppo di teppisti. Le esprime solidarietà.

Episodi di teppismo si manifestano sempre piu’ frequentemente anche nella nostra città. Essi trovano alimento anche in un odio e una discriminazione per le parti piu’ deboli della società, ed in particolare per i giovani, che vede in prima fila anche importanti autorità dell’attuale Governo.

La sicurezza delle ragazze e dei ragazzi va garantita con i fatti e non con le parole, mentre assistiamo ad un evidente indebolimento delle risorse e dell’impegno in questo settore.

E in questo modo vengono vanificati gli sforzi fatti nella società e nelle scuole per l’integrazione, l’arricchimento culturale, la conoscenza reciproca.

La FGCI di Varese invita ad una permanente mobilitazione unitaria, antifascista e antirazzista tutte le organizzazioni giovanili, politiche e sociali.

La tolleranza zero va dimostrata verso i prepotenti.

Federazione Giovani Comunisti Italiani, Varese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.