Il Piede d’Oro verso i Sette Campanili

Domenica 12 va in scena a Cavaria la più lunga e storica corsa del circuito varesino. A Besozzo vittoria di Oukhrid Lhoussaine

Il circuito del podismo varesino del Piede d’Oro si prepara all’appuntamento più atteso dell’anno: domenica prossima 12 ottobre si corre infatti a Cavaria con Premezzo, il "Cross Country dei 7 campanili", la gara più lunga e ricca di storia del calendario stagionale. L’anno scorso questa fu la gara dei record: ben 1.222 podisti e un record da fantascienza nel tempo impiegato dal vincitore (il keniano David Chelule): 48’32" per sedici chilometri.
Proprio la lunghezza del percorso è un’altra particolarità dei "Sette campanili": i sedici chilometri collocano la gara tra le mezze maratone e le più brevi classiche del PSV disputate sulla distanza di circa dieci chilometri.
Partenza alle 9 in punto; il percorso è quasi tutto pianeggiante e su un fondo di asfalto anche se bisogna fare attenzione alle due scalette poste al secondo e al sesto chilometro. Con la loro pendenza questi tratti regalano forti emozioni ai podisti.
 
Intanto, domenica scorsa, il circuito del Piede d’Oro ha affrontato la corsa di Besozzo, gara organizzata in modo perfetto dal Team DI-BI. La partenza come sempre è stata data alle nove su un percorso quasi interamente su asfalto con i primi 2 chilometri ondulati, arricchiti da brevi salite e discese fino al primo G.P. della montagna. A metà percorso c’è stata la scalinata "dul Sass" di circa 100 gradini che dà il nome alla manifestazione.
Ultima asperità intorno ai sette chilometri, con il secondo G.P. della montagna dopo 200 metri della salita più impegnativa del percorso. La gara è stata vinta dal marocchino Oukhrid Lhoussain davanti al connazionale Nader e all’italiano Bonelli.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.