Il Polo scientifico ottiene nuovamente il Bic

Dal '97 il Pstl è l'unico sul territorio ad essere considerato centro d'innovazione di impresa

Il Polo scientifico tecnologico scivola verso la chiusura ma è stato ufficializzato pochi giorni fa da Bruxelles il rinnovo triennale del contratto di concessione dello status di BIC (Business Innovation Center), unico BIC sul territorio della provincia di Varese. Pstl SpA  infatti già nel 1997 era stato legittimato a pieno titolo dall’Unione Europea come Bic -ovvero Centro europeo di impresa e innovazione- con il nome di ‘Bic Varese’, titolato dunque a svolgere attività di incubazione e creazione di nuova impresa, oltre che a trasferire competenze innovative al territorio.

A dieci anni di distanza dalla nomina il regolamento europeo prevede una visita da parte degli esperti di Bruxelles ed una loro relazione al comitato centrale europeo che, infine, delibera la riconferma -o no- dell’accreditamento BIC. Così, a seguito della visita svoltasi nei mesi scorsi a cui avevano partecipato anche l’assessore provinciale alla partita  Claudia Colombo e il Presidente di CCIAA Bruno Amoroso, con una lettera del 9 ottobre 2008 EBN (European BIC Network, organismo europeo che coordina gli oltre 150 BIC europei e si occupa di verificare i requisiti  propri dei BIC e i criteri di qualità stabiliti da EBN stessa) ha specificato che ‘…nell’incontro occorso EBN ha valutato PSTL/BIC Varese ed ha sottoposto il suo report al BIC Quality Mark Committe.

Il 24 settembre 2008 il BQMC ha confermato che PSTL/ BIC Varese opera in accordo con le regole di sistema BIC. La funzione BIC consente alle imprese che si rivolgono al PSTL uno strumento in più per superare le barriere tecnologiche tra le aziende appartenenti agli Stati membri dell’Unione Europea e di avere a disposizione un network europeo di consulenza. Ottimizzando l’uso delle risorse del network, attraverso le diverse esperienze operative annoverate e il know-how acquisito, possono essere attivate delle proficue partnership nell’ambito della ricerca, della tecnologia e del marketing al fine di aumentare l’efficienza e la performance dei servizi forniti.

BIC Varese dunque è confermato "full member" del network europeo dei BIC: questo garantisce aggiornamenti in tempo reale e un continuo confronto con le esperienze europee.Non ultimo, per la Commissione Europea il BIC è uno strumento specializzato dello sviluppo locale, un tassello importante nel sistema della rete delle competenze, che offre servizi integrati di reperimento, selezione, orientamento strategico e accompagnamento di progetti innovativi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.