“Il Sessantotto è morto e sepolto”

Contro le occupazioni e a favore della riforma Gelmini

Riceviamo e pubblichiamo

Egregio Direttore

nel vedere lo scempio che i nostri "studenti" se così si possono chiamare stanno mettendo in essere mi viene solo una parola….SCHIFO!!!
Assurdo che 4 "maltrascan" come si dice qua a Busto possano entrare nelle aule e bloccare le lezioni per protestare contro un sistema (giusto o sbagliato quale esso sia) che comunque sta onestamente ponendo un rimedio all’inutile presenza di molteplici maestri tra i quali molti hanno una cultura limitata alla loro parte di insegnamento…

So che questa cosa potrà suscitare delle insurrezioni o delle scrollate di capo ma tant’è… non si critica ANNULLANDO IL DIRITTO ALL’INSEGNAMENTO che deve essere sempre garantito… spiacente per lor signori che invece pensano di avere il potere bloccando il traffico o facendo sospendere le lezioni… Il ’68 fortunatamente è finito, morto e sepolto da un bel po’!!

Grazie per lo spazio concessomi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.