In fiamme l’auto del sindaco mentre era a messa

Il fatto, quasi certamente di natura dolosa, è avvenuto in piazza Carlo Noè mentre Farioli era in chiesa ad accogliere il nuovo parroco

In fiamme l’auto del sindaco di Busto Arsizio Luigi Farioli. Il fatto è accaduto attorno alle 11.30 di questa mattina, domenica 19 ottobre, in piazza Carlo Noè in pieno centro a Sacconago mentre il primo cittadino stava partecipando alla messa di benvenuto del nuovo parroco don Giulio Bernardoni. Nessuno è rimasto ferito in quanto nessuno era presente al momento del fatto. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del comando di Busto Arsizio che hanno immediatamente spento le fiamme che avevano già completamente distrutto la parte anteriore dell’auto. Immediate sono state le verifiche sul luogo per capire l’origine dell’incendio, quasi certamente doloso, pur non avendo riscontrato inneschi di qualsiasi genere attorno all’auto.

Lo stupore per l’increscioso episodio ha dipinto il volto dei molti presenti questa mattina in chiesa. Pare assolutamente inspiegabile un gesto del genere nei confronti del sindaco che, pur essendo al centro di molti interessi in qualità di primo cittadino, non è mai stato oggetto nel recente passato di atti di questo tipo. Lo stesso Farioli fatica a credere e a sbilancirsi: «Nessuna preoccupazione da parte mia – dice il sindaco – non sappiamo ancora se si tratta di un atto doloso. Per il momento continuo a fare quello che ho sempre fatto. Se di atto doloso si tratta dico chiaramente che non mi faccio intimorire da nessuno». Intanto alle 15,30 di oggi il prefetto Simonetta Vaccari di Varese ha convocato un comitato per l’ordine e la sicurezza a Busto che si tiene straordinariamente di domenica, vista la gravità del gesto. Intanto i carabinieri continuano le indagini a ritmo serrato per risalire immediatamente all’autore del gesto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.