Incidente mortale in una fonderia

Un operaio di origine marocchina è morto travolto dal crollo del tetto di un forno che stava pulendo. Ferito leggermente un compagno. Duro commento della Cgil

Incidente mortale in una fonderia a Magenta. Un operaio di origine marocchina di 32 anni è stato travolto da un crollo mentre stava pulendo le pareti di un forno con un martello pneumatico. Ad un certo punto gran parte del soffitto ha ceduto.
Travolto anche un compagno di lavoro, un italiano che si trova ricoverato all’ospedale di Rho, ferito in modo lieve.

Sulla dinamica dell’incidente stanno lavorando la polizia locale di magenta e l’Asl Milano 1. La magistratura ha aperto un’inchiesta.

Oriella Savoldi, della segreteria della CGIL Lombardia ha posto in evidenza come «questa ennesima atroce morte, la cinquantatreesima per infortunio sul lavoro dall’inizio dell’anno in Lombardia, sia la spia dell’urgenza e della necessit à di investimenti strutturali, materiali e simbolici, che abbiano al centro la salvaguardia della vita umana. Deregolamentazione disinvolta sotto il falso nome di semplificazione, gretti risparmi di costo in favore del profitto, sistemi produttivi malati sono da sconfiggere e superare. Un giovane immigrato oggi ha pagato con la vita il suo contributo alla produzione locale; i nemici degli immigrati dovrebbero una volta tanto interrogarsi sulla loro malvagità».  

Anche Primo Minelli, segretario della CGIL di Legnano-Ticino Olona, ha sottolineato che: «si ripete un rito macabro che vede i lavoratori sempre più esposti a rischio, in particolare quei lavoratori precari e senza diritti. Il Paese, le istituzioni, le forze politiche, con il sindacato devono agire per porre fine a questa strage silenziosa. Confindustria non può chiamarsi fuori o imputare al caso questi gravi infortuni». Anche domani (martedì 21 ottobre) è stato proclamato uno sciopero con assemblea in azienda per rimarcare la gravità di ciò che è successo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.