Informatica, la carica degli 80 mila

Questo il numero delle imprese che hanno fatto segnare un +7,4 per cento nel settore in quattro anni. Lombardia e Milano prime in Italia

Oltre 80 mila imprese, in crescita dell’1,4% in un anno e del 7,4% in quattro, un interscambio che supera i 4 miliardi di euro, oltre 25 mila assunzioni di personale qualificato previste nel 2008 dalle imprese, 5.100 posti in più rispetto al 2007: sono questi alcuni numeri dell’informatica italiana. Il settore che conta il maggior numero di attività è quello dell’elaborazione e registrazione elettronica di dati (quasi 34 mila), segue quello della realizzazione e consulenza nel software (18.757).

E la Lombardia tra le regioni fa la parte del leone: supera da sola un quinto delle imprese attive in Italia, conta ben il 77% dell’import di elaboratori, sistemi e prodotti informatici e il 46% dell’export. Tra le province per numero di imprese prima Milano, con oltre 10 mila attività nel 2008, seguita da Roma che ne conta circa la metà (5.462) sebbene sia in forte crescita (+23,6% in quattro anni, +8,5% in uno). Terza Torino con 4.135. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese al II trimestre 2008, 2007, 2004 e Istat a giugno 2008. Sempre secondo l’elaborazione offerta da Camera di Commercio di Milano a Varese le imprese informatiche sono 1.139, con un forte incremento – quasi il 10 per cento – nel secondo trimestre del 2008.

Cresce del 26,1% nel 2008 la richiesta da parte delle imprese di personale qualificato nel campo informatico. Per 25 mila assunzioni previste, 5.170 in più rispetto al 2007 tra cui: 8.750 posti per informatici e telematici, 7.510 per operai specializzati in installazione e manutenzione di attrezzature elettriche ed elettroniche, 7.420 per tecnici informatici e 1.330 per ingegneri elettronici e delle telecomunicazioni. Lo studio si basa su dati Excelsior 2008.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.