L’Arteatro fa trentuno: via alla stagione 2008/2009

Festeggiato il trentennale con il grande successo del Festival Castelli di Lago, parte la nuova rassegna tra nuove proposte e classici della tradizione

Fatto trenta, l’Arteatro fa trentuno. Festeggiato il trentesimo anniversario del Teatro dei Burattini di Varese con il successo del Festival Castelli di Lago (3000 spettatori, 1800 visitatori a mostre e installazioni, 5000 accessi al sito della manifestazione), parte la nuova stagione della compagnia di Enrico e Betty Colombo. Novità e tradizione, nuove proposte e classici intramontabili nella proposta dell’associazione cazzaghese nel piccolo teatrino di via Piave 3: «Puntiamo sul nostro pubblico, ma anche sulla scia del successo del Festival di quest’estate – spiega Chicco Colombo -. C’è attenzione alla qualità locale e la volontà di inserirsi in un circuito ampio con gli opsiti da tutta Italia. Inoltre consiglio di non erdere la mostra a Villa della Porta Bozzolo a Casalzuigno intitolata “Le mani che muovono i sogni”: si concluderà il 7 novembre. Per imparare a realizzare burattini, figure e scene ispirati dalla lunga carriera del Teatro dei Burattini di Varese».  

Si parte il 26 ottobre alle ore 10.45 con “Numerino Circus” per la tredicesima edizione della rassegna “Le Domeniche Burattine”, che prosegue con altri 16 spettacoli in programma alla domenica, fino al 17 maggio, con repliche alle 10.45, 15 e 17 (10.45 e 16 per le compagnie ospiti). Titoli storici del repertorio del Teatro dei Burattini di Varese e di Arteatro, come “Biancaneve”, “Cartina”, “Hänsel e Gretel” si alternano a spettacoli più recenti (“E venne infin Natale”, “Pierino al mercato di Luino”, “Mistero in fattoria”, “La giostra disubbidiente”). Quest’anno la stagione teatrale per le famiglie è focalizzata sulle ospitalità italiane di compagnie che rientrano nell’iniziativa “Teatro per le famiglie” con cui Arteatro partecipa al network Sipari Uniti, il progetto di rete di Fondazione Cariplo per l’innovazione teatrale che coinvolge il territorio provinciale varesino. L’11 gennaio 2009 la Compagnia De Bastiani porta al teatro di Cazzago Brabbia il suo “Pinocchio”; l’8 febbraio sarà la volta de Il dottor Bostik con “Il melo gentile”; L’Asina sull’Isola mette in scena “Volpino e la luna” il 15 marzo; il Teatro Blu racconta “Ricordi di Viaggio” il 5 aprile. Il 17 maggio arriva Aldabra Teatro con “Stranianimali”. Ingresso: dai 3 anni euro 6, soci euro 5 con prenotazione obbligatoria. 

Riparte anche la programmazione dedicata alle scuole: le Giornate Arteatro all’insegna del teatro e dell’arte. Obiettivo è educare alla teatralità, in un contesto paesaggistico molto suggestivo come quello del Lago di Varese, della palude Brabbia e delle Ghiacciaie di Cazzago: si aprono le porte a scolaresche che al mattino assistono ad uno degli spettacoli in programma, per poi seguire, dopo aver visitato le ghiacciaie, un laboratorio pomeridiano collegato ai temi e ai linguaggi incontrati nello spettacolo del mattino. Le modalità di partecipazione alle Giornate Arteatro sono diverse e questa è la novità di quest’anno: i docenti possono scegliere di partecipare al solo spettacolo, oppure aderire a un percorso tematico che unisce più spettacoli. Esistono  diversi percorsi: dalla fiaba all’arte, dai libri alla didattica e fantasia. Vi è poi la possibilità di sviluppare un progetto dopo la visione di uno spettacolo, attraverso una serie di incontri/laboratori tenuti dalle animatrici di Arteatro, con un ricco ventaglio di proposte: maschere, Mirò, numeri, libro animato, burattini ballerini e ombre, per avvicinare i bambini al teatro. La convenzione tra Arteatro e le Autolinee Varesine permette ad Arteatro di organizzare il trasporto a tariffe vantaggiose. 

Infine la rassegna “Altri Teatri”, giunto alla settima edizione. Si comincia venerdì 5 dicembre, alle 21: il primo appuntamento è impedibile, con Betty Colombo che presenta “Le donne della pesca e del lago”, la nuova produzione del Festival Castelli di lago 2008 che ha riscosso un enorme successo di pubblico. Lo spettacolo è colto e popolare insieme e ci aiuta ad appropriarci di un pezzo di storia del nostro territorio. Dodici date, sempre di venerdì alle ore 21, che comprendono alcuni spettacoli di Betty Colombo (“Canditi e mandorle tritate” il 19 dicembre, “Gli artigli della memoria” il 30 gennaio, “Circe o della seduzione” il 13 marzo, “Le luci negli occhi” il 29 maggio), e lo spettacolo del Teatro dei Burattini di Varese, “Faust”, il 17 aprile. “Nuovi scenari” da Sipari Uniti portano al Piccolo Teatro di Cazzago numerosi ospiti: il 9 gennaio la Compagnia Riserva Canini presenta “La triste storia di un altro diavolo”, il 23 gennaio l’appuntamento è con “Pulcinella andata e ritorno” dell’Associazione Nakote Teatro, il 27 marzo con “Giulietta e Romeo” del Teatro Blu. Fabio Monti racconta “Don Milani” il 3 aprile e l’8 maggio Atir porta a Cazzago Brabbia “La Molli”. Il biglietto di ingresso alla rassegna del venerdì costa 12 euro, è richiesta la prenotazione. La presentazione della rassegna e del suo fitto calendario di serate è prevista per venerdì 24 ottobre alle ore 21 per un’anticipazione delle novità della stagione teatrale per giovani e adulti (partecipazione gratuita con prenotazione).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.