“L’industria è l’unica arma contro la crisi”

Il presidente dell'Unione Industriali di Varese Michele Graglia commenta i dati dell'analisi congiunturale: «Le nostre imprese vantano ancora una buona capacità di competere sui mercati»

«I dati che emergono da questa indagine congiunturale fotografano solo una parte dell’attuale scenario industriale varesino. Nonostante il calo dei livelli produttivi, infatti, non si può pensare che la crisi delle borse e di alcuni istituti di credito esteri abbiano in poche settimane alterato i fondamentali dell’economia reale – è questo il commento del presidente dell’Unione degli industriali di Varese, Michele Graglia ai dati che presentano l’economia delle industrie del Varesotto -. Quella varesina vanta ancora e vanterà anche nel prossimo futuro una buona capacità di competere sui mercati. È bene sottolineare che il crollo delle piazze finanziarie ci penalizza ingiustamente. L’industria è l’unica arma contro la crisi. Da questa situazione ne usciremo più velocemente se il sistema finanziario avrà il coraggio di vedere nel manifatturiero la sua ancora di salvezza. Pensare di risolvere i problemi chiudendo i rubinetti del credito provocherebbe un ulteriore danno a chi opera per creare valore e non speculazione. Non è nel sistema delle imprese il problema. Eravamo competitivi prima dell’estate. Lo rimaniamo ancora oggi. Anzi è nel sistema delle imprese che si trova ben evidente la soluzione. In questa situazione di crisi l’aggancio a scenari favorevoli come il calo dei costi delle materie prime, l’euro meno forte, il ciclo di investimenti dei paesi emergenti sono come sempre alla portata del sistema produttivo varesino che è pronto a ripartire. Un sano sistema finanziario e creditizio deve essere più di prima al servizio del nostro sistema».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.