L’Italia invasa dai cortei contro la Gelmini

E' il giorno della grande protesta, dopo l'approvazione della legge che reintroduce il voto in condotta e la maestra unica

E’ stata ancora una giornata di grandi manifestazioni contro la legge Gelmini, quella di giovedì.  Un milione di studenti in tutto il paese, molti insegnanti e genitori, mentre la giornata politica ha segnato l’entrata definitiva del centrosinistra nel fronte del no alla miniriforma. Il Pd  ha sposato totalmente il movimento di protesta: Walter Veltroni e Guglielmo Epifani della Cgil hanno aperto il corteo romano. “Il governo ascolti la società e non trasformi questo movimento in un fatto politico – ha detto il leader del Pd – Il governo deve ascoltare questa protesta, non può restare sordo alla voce di chi nella scuola vive ogni giorno”. Silvio Berlusconi ha replicato subito parlando di “sinistra scandalosa”  e dicendo: “Vedo una sinistra scandalosa che ha la capacità di rovesciare il vero e dire il contrario della verità»”. Epifani ha tenuto il comizio finale in piazza del Popolo. Prima degli interventi il pubblico ha riservato una raffica di fischi e boato assordante ai ministri Gelmini e Brunetta. Il segretario della Cgil ha parlato di “un intero paese che insorge”. Era presenta anche Bonanni della Cisl. Mentre in piazza c’era anche Antonio Di Pietro.Un grande corteo ha attraversato anche Milano e secondo i responsabili di «Rete scuole», tra gli organizzatori, i manifestanti erano 200mila. Alcuni spezzoni del corteo non si sono fermati in piazza Duomo e si sono diretti con un corteo non autorizzato in piazza Affari, dove circa duemila studenti si sono seduti attorno ai furgoni e hanno improvvisato un’assemblea di fronte alla Borsa. Oltre a Milano e Roma gli studenti medi e universitari sono stati al fianco dei lavoratori in sciopero anche ad Ancona, Cagliari, Catania, L’Aquila, Lecce, Palermo, Pavia e Torino. E anche a  Torino, Genova, Bologna. A Brescia i manifestanti hanno occupato la stazione ferroviaria. Come  a Firenze. A Palermo hanno sfilato due cortei, nel sud si sono mobilitate  Messina, Reggio Calabria, Cagliari, Napoli, Bari.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.