L’ospedale chiamato a raccolta per salvare il suo PS

Riunione all'ospedale di Circolo per risolvere i problemi del pronto soccorso dopo il lunedì nero e le critiche dell'assessore Bresciani

Una riunione lunga è stata vissuta questo pomeriggio a Villa Tamagno. All’ordine del giorno, l’andamento delle attività durante i mondiali di ciclismo ma, soprattutto, le condizioni del pronto soccorso che ha vissuto un inizio di settimana da incubo, con chiusura delle accettazioni a metà mattinata.

A fine riunione, il direttore generale dell’azienda Walter Bergamaschi si è detto soddisfatto: «Ho trovato un clima molto collaborativo. I singoli reparti saranno maggiormente coinvolti nella gestione dei pazienti che arrivano al PS. Una volta stabilito che la persona dovrà essere ricoverata in una specifica  unità operativa, sarà cura di quel personale assisterlo e trovare al più presto una sistemazione nella propria corsia. Il sistema verrà gestito da piccoli gruppi afferenti a diverse specialità sotto la supervisione della direzione medica. Ci sarà anche un maggior coinvolgimento degli altri plessi sul territorio».

Un modello che dovrà essere ora affinato in tutti i diversi settori e che dovrebbe entro breve tempo dare quei risultati richiesti a gran voce dall’assessore regionale Bresciani

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.