L’ultimo saluto a “Costa”

Sabato i funerali di Costantino Lazzari. La musica e la poesia protagoniste nella sua vita lo hanno accompagnato anche durante la celebrazione eucaristica

La musica e la poesia hanno accompagnato Costantino Lazzari nell’ultimo saluto. Il suono del clarinetto di suo figlio Andrea durante l’Eucarestia, e poi i toccanti versi recitati da Dino Azzalin e la tromba di un amico con Dolce è sentire, celebre colonna sonora di Fratello Sole, sorella luna.
Parenti, familiari e amici hanno riempito la chiesa parrocchiale, il sagrato e la piazzetta al centro del paese, a due passi da casa di Costantino.
Una casa dove sono passati interi mondi. "Costa", come lo chiamavano gli amici, amava la vita e il suo più grande piacere era condividere questa energia con tutte le persone che incontrava. Il suo sorriso sereno, il suo spirito di accoglienza, la sua continua disponibilità all’ascolto e al dialogo lo rendeva "speciale" e questa parola stamattina ricorreva spesso "volando di bocca in bocca". Amava ogni manifestazione della vita. Il cinema, la musica, l’arte, la lettura, i viaggi, l’amore. E di ognuno di questi aspetti ne condivideva gioie e riflessioni con gli altri. La sua casa era sempre aperta e stupiva ogni volta l’incontro con persone diversissime tra loro. Da alcuni anni, era sua abitudine, nei giorni che precedevano il Natale, fare un incontro con tanti amici e donargli un libro scritto da lui. E ogni volta era una sorpresa. L’ultimo, come scrive Michele Mancino,“Una biografia irrilevante”, era una sorta di commiato dalla vita.
Oggi l’ultimo saluto e, insieme a tanta commozione, le persone che si sono strette intorno alla moglie Fernanda, ai figli Stefano e Andrea, alle nuore Federica e Francesca, ai nipoti e a Sissi, hanno espresso la loro gioia per la fortuna di averlo incontrato, e diversi, condiviso con lui percorsi importanti della vita.
Per noi di Varesenews c’è anche tanta gratitudine. Con l’umiltà e la curiosità di un uomo attento e profondo si era avvicinato al giornale e ne aveva condiviso alcune scelte tanto da diventarne socio.
Grazie "Costa" per i tuoi consigli, per il grande patrimonio di umanità che ci lasci e per quello che hai fatto per tutti noi e per le nostre comunità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.