La crisi settore per settore

Rispetto al terzo trimestre del 2007 tutti i settori presentano un calo produttivo. Unico comparto di segno positivo è la carta con + 1,98%

Questa l’analisi per settore. La produzione si è ridotta sia tendenzialmente (-7,28% ) che a livello congiunturale (-8,26%). L’andamento del fatturato, interno ed estero, è di segno negativo. Il portafoglio ordini si riduce di – 12,29%. I prezzi delle materie prime continuano ad aumentare (+ 3,41%) e in misura inferiore quelli dei prodotti finiti (+1,10%). La situazione occupazionale è invece preoccupante, evidenziando un calo del –2,89%.

MECCANICA 
La produzione si è ridotta sia tendenzialmente (-7,28% ) che a livello congiunturale (-8,26%). L’andamento del fatturato, interno ed estero, è di segno negativo. Il portafoglio ordini si riduce di – 12,29%. I prezzi delle materie prime continuano ad aumentare (+ 3,41%) e in misura inferiore quelli dei prodotti finiti (+1,10%). La situazione occupazionale è invece preoccupante, evidenziando un calo del –2,89%.

SIDERURGIA
Dopo un secondo trimestre all’insegna della stabilità, il terzo si distingue per una brusca inversione di tendenza. La produzione è scesa sia a livello congiunturale che tendenziale (-2,80%). I dati relativi al fatturato sono ugualmente negativi. Gli ordinativi si sono contratti al –2,49%. I prezzi delle materie prime e dei prodotti finiti sono stazionari. L’occupazione è stabile.

TESSILE ABBIGLIAMENTO PELLI 
Le aziende del TAC mostrano in questo trimestre tutti gli effetti della crisi. In netta sofferenza rispetto all’anno precedente sono soprattutto l’abbigliamento con un – 9,83% e il tessile con – 12,41%. Nel confronto con il secondo trimestre l’intero TAC è in pesante flessione: il tessile con – 12,61%, l’abbigliamento con -8,83% e le pelli con – 7,49%.

ALIMENTARI 
Si osservano decrementi sia a livello congiunturale (- 5,66%) che tendenziale (-7,96%). Il fatturato è diminuito in maniera evidente su base trimestrale (- 9,84%) e annuale (-8,79%). Risulta in calo il portafoglio ordini, aumentano i prezzi delle materie prime; stabili quelli dei prodotti finiti (+0,44%). E’ in flessione l’ occupazione (-3,03%).

LEGNO
Rispetto allo scorso anno la produzione è calata (- 6,04%), ma è in ripresa nel confronto congiunturale (-1,27%). Il fatturato aumenta sia nei valori tendenziali del +5,08% che rispetto al precedente trimestre (+5,97%). Gli imprenditori dichiarano una stabilità del portafoglio ordini e aumenti nei prezzi delle materie prime (+1,96%). Inalterati sono i prezzi dei prodotti finiti. Risultano stabili i livelli occupazionali.

MINERALI NON METALLIFERI 
La produzione ha subito in questa rilevazione un evidente ridimensionamento sia nei confronti del 2° trimestre 2008 (-6,53%) che rispetto al 3° del 2007 (-7,67%). Il fatturato si è ridotto; significativi i cali negli ordini. Dopo gli aumenti di inizio d’anno i prezzi delle materie non hanno subito variazioni e così anche quelli dei prodotti finiti. L’occupazione è aumentata del 4,35%.

CARTA – GRAFICA
La situazione del settore non appare di facile lettura in quanto la produzione su base trimestrale è di segno negativo (-2,72%), mentre sono positivi i valori tendenziali (+ 1,98%). Anche il fatturato si adegua a questi risultati il congiunturale è infatti negativo (-4,42%), mentre il tendenziale è aumentato del + 4,69%. Negativo è il portafoglio ordini (-4,72%). Il prezzo delle materie prime è abbastanza stabile, mentre è in lieve calo quello dei prodotti finiti (- 81%). In flessione appaiono i livelli occupazionali (- 4,35%).

GOMMA – PLASTICA
Il rincaro del petrolio e dei costi energetici ha certamente avuto un impatto molto negativo sull’economia del comparto, ma è certo che la situazione difficile che lo ha finora coinvolto sembra confermarsi nella sua attuale fragilità strutturale. La produzione è infatti diminuita, così come il fatturato. Critica la situazione sul fronte degli ordini (-10,04%). I prezzi delle materie prime hanno accusato un aumento intorno al +6,06%, mentre sono più contenuti i ritocchi sui prezzi dei prodotti finiti ( + 1,32%). Stabile l’occupazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.