La locomotiva Pro Patria non vuole fermarsi a Cremona

Domenica (ore 15) il big match dello Zini. Fofana in forse, esodo di tifosi biancoblù. Lerda: "Proviamo a regalare un'altra gioia"

Tirare dritto come un treno senza fermarsi a nessuna stazione, neppure a quelle importanti come Cremona. La Pro Patria capolista assoluta del girone A di Seconda Divisione affronta la settima giornata di campionato con le certezze di chi va a punteggio pieno, anche se di fronte si trova una trasferta difficile e affascinante.

Allo "Zini" i tigrotti di Franco Lerda troveranno di fronte un centravanti che la zampata felina ce l’ha nel sangue, Gianluca Temelin (nella foto da www.uscremonese.it). Non è la prima volta che l’attaccante pescarese affronta la propria ex società, ma dopo i 40 gol in tre stagioni messi a segno in biancoblù, il suo impiego nell’undici avversario fa sempre un certo effetto.
Il "gatto" in settimana si è scaldato segnando due reti in Coppa Italia al Mezzocorona (5-2 il finale per i grigiorossi) ma certo la difesa tigrotta non ha timore di affrontare neppure lui. Un solo gol subito in sei giornate è un biglietto da visita da far paura a tutti.

Dal punto di vista della formazione, Lerda dovrebbe confermare quella che domenica scorsa ha abbattuto il Venezia sul campo dei lagunari. Un cambiamento però è necessario, visto che Pisani – espulso al Penzo – è squalificato. Al suo posto potrebbe giocare Morello o Polverini, visto che Jelinek è fermo per il tendine d’Achille. Qualche dubbio anche riguardo Fofana, unica punta nello schieramento con tre suggeritori voluto dal tecnico: la saetta nera che in questo campionato è già a quota quattro reti ha un problema muscolare a un flesore che ne mette a rischio l’impiego.
«Vediamo se recupera, non è grave ma è un po’ fastidioso» spiega Lerda dopo l’allenamento del venerdì.
Il mister predica rispetto per un’avversaria che è forse la più attrezzata del girone: «La Cremonese ha tanti uomini forti ed esperti. Noi andiamo allo "Zini" per fare la nostra partita come sempre; se sarano più bravi stringeremo loro la mano, ma intanto i più bravi siamo stati noi».
In pianura padana è previsto un vero e proprio esodo di tifosi biancoblù: si parla di alcune centinaia tra quelli che saliranno sui pullman di ultras, dei club e sulle auto private. «Fa piacere aver chiamato a raccolta così tante persone. Già a Venezia i tifosi erano in buon numero, so che a Cremona saranno ancora di più. Proviamo a regalare un’altra emozione, a farli gioire ancora».

Cremonese – Pro Patria
Cremonese:
G. Bianchi; A. Bianchi, Viali, Argilli, Pesaresi; Gherardi, Fietta, Saverino, Tacchinardi; Guidetti, Temelin. All. Iaconi. 
Pro Patria: Anania; Music, Morello, Urbano, Barije; Zappacosta, Cristiano; Melara, Correa, Toledo; Fofana.
Arbitro: Meli di Parma (Perrone e Tremolada)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.