La ministra ombra: “Ancora un atto d’intolleranza”

Pina Picierno, alle Politiche Giovanili dell’esecutivo prospettato da veltroni tuona sui fatti avvenuti qualche giorno fa in centro. “Inascoltati gli appelli del papa e di Napoletano”

«Condanniamo fermamente questi comportamenti, che contribuiscono ad alimentare un clima di intolleranza e odio razziale inconcepibile in un paese civile». Questo il commento di Pina Picierno (Pd), ministro delle Politiche Giovanili del governo ombra, espresso dopo aver appreso la notizia della giovane di origini marocchine aggredita per una disputa nata da un posto in un pullman, mentre tornava a casa da scuola, venerdì scorso a Varese. La giovane è stata aggredita e apostrofata con insulti a sfondo razziale.

«Ancora un atto d’intolleranza verso una giovane colpevole di non essere italiana e di non aver ceduto il suo posto ad un coetaneo italiano».
«Desta preoccupazione – ha continuato la deputata Pd -che tali episodi avvengono in luoghi pubblici senza che nessuno si indigni o intervenga in difesa delle vittime di xenofobia. Stupisce di come rimangano inascoltati gli appelli del Presidente della repubblica e del Pontefice sull’emergenza razzismo e sul bisogno di riportare il concetto di accoglienza a valore universale». «Siamo vicini alla giovane vittima dell’aggressione -conclude Pina Picierno  – ed esprimiamo solidarietà per un atto tanto vile che ci auguriamo non doversi ripetere in futuro»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.