La Provincia presenta il suo “hub creativo”

Presentato il progetto del "Cantiere del Nuovo", un'opera che sorgerà in via Soderini. Si tratta di un polo per la formazione, l'innovazione e il lavoro

Sarà un punto di riferimento unico per tutti i servizi per il lavoro e la formazione professionale, un centro dove le università si incontreranno con le imprese, per trasformare la ricerca in innovazione e tecnologia applicata, oltre che una vetrina internazionale dove promuovere le eccellenze della vivace economia creativa dell’area metropolitana milanese: dal settore delle biotecnologie a quello della comunicazione. Il tutto, attraverso un progetto di qualità internazionale che consegnerà ai cittadini un luogo aperto, con nuovi servizi e aree verdi.

È il “Cantiere del Nuovo”, il polo per il lavoro, la formazione e l’innovazione che la Provincia di Milano sta costruendo a Milano, in via Soderini. A presentarlo, oggi nella cornice di Milano Ottagono, il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati insieme all’architetto Dante Benini, vincitore del concorso di progettazione bandito da Palazzo Isimbardi.

Il complesso che sorgerà in un’area di 71mila metri quadrati tra le vie Soderini, D’Alviano e Strozzi è caratterizzato da uno stile avveniristico, realizzato con i criteri della bioarchitettura, e comprende la ristrutturazione dei vecchi edifici, già sede dei centri di formazione professionale, e la realizzazione di nuove strutture.

Fulcro dell’insieme, una straordinaria piazza inclinata con verde e percorsi d’acqua che consegnerà a tutti gli utenti un nuovo parco di 11mila metri quadrati. Sotto questo piano, un cratere di vetro profondo 30 metri e coperto da due enormi “vele” in acciaio bianco e pannelli solari conduce ai tre piani sotterranei, che ospiteranno spazi congressuali e museali per mostre, convegni e laboratori.

Oltre all’aspetto architettonico, è il concept del progetto ad essere fortemente innovativo: quello di via Soderini sarà un centro nevralgico di funzioni dedicato al ricco e variegato mondo della creatività che permea tutta l’economia dell’area metropolitana milanese.

Il nuovo polo ospiterà i Centri per la formazione professionale (Cfp) della Provincia, che grazie alla ristrutturazione disporranno di nuovi spazi, laboratori e una palestra. Ci sarà spazio per gli uffici della direzione centrale Sviluppo economico, formazione e lavoro della Provincia, per il Centro per l’impiego di Milano, e per la nuova Agenzia per la formazione e il lavoro. Completano questa sorta di “città dei mestieri” servizi aperti al pubblico quali biblioteca, emeroteca, spazi dedicati alle nuove professioni, e servizi per l’imprenditorialità e il lavoro autonomo.

Le funzioni legate alla promozione dell’innovazione e al trasferimento tecnologico si tradurranno in un “hub creativo”, con servizi per i giovani che dall’università si affacciano al mondo del lavoro e dell’impresa.

 

“Il Cantiere del Nuovo -sottolinea il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati – sarà un luogo aperto e in continuo divenire che servirà a progettare un nuovo modello di sviluppo in grado di proiettare verso il futuro le eccellenze produttive milanesi, con un’attenzione particolare all’imprenditoria emergente, come i settori delle biotecnologie e dell’information communication technology”. “Credo sia necessaria – afferma inoltre Penati – per una città che si avvia ad ospitare l’Expo del 2015 e che vuole competere con le altre metropoli europee, una netta inversione nelle politiche di sviluppo urbano: bisogna ripartire dalla valorizzazione delle periferie. Con la localizzazione in via Soderini la Provincia ha voluto dare un forte segnale in questo senso, oltre che cogliere l’opportunità per riqualificare e razionalizzare un patrimonio esistente di grande valore”.

Terminate le fasi di progettazione esecutiva e di assegnazione dell’appalto, il progetto, del costo complessivo di 48,5 milioni di euro, è ora entrato nel vivo della realizzazione, con l’apertura in questi giorni dei cantieri sul luogo e l’avvio dei lavori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.