La radiologia di Busto fa scuola in Danimarca

Una decina di specialisti ospiti dell'azienda ospedaliera bustese per imparare a scovare i tumori al fegato con il "Virtual Navigator"

L’ospedale di Busto Arsizio fa scuola ai medicini danesi nel campo della diagnostica dei tumori al fegato. Domani, mercoledì 8, e fino a venerdì 10 ottobre l’Unità Operativa di Radiologia diretta dal dottor Luigi Solbiati ospiterà una delegazione composta da una decina di specialisti provenienti dalla Danimarca per un corso su un’innovativa metodica detta “Image fusion” che, grazie al sistema “Virtual Navigator”, combina le immagini dell’ecografia con quelle della TAC. Questa metodica all’ospedale bustocco è utilizzata da anni per l’eliminazione di tumori del fegato con intervento mininvasivo. In questo settore la Radiologia di Busto vanta la più alta casistica al mondo.

Il programma prevede domani l’arrivo in ospedale degli specialisti del Nord Europa alle 14.30 . Si inizierà con una lezione interattiva tenuta dal dott. Solbiati sull’utilizzo del Virtual Navigator. Giovedì, invece, la giornata sarà suddivisa in due momenti: la mattina sarà dedicata a dimostrazioni con interventi in diretta, mentre nel pomeriggio un gruppo di ingegneri che hanno messo a punto il Virtual Navigator ne spiegheranno il funzionamento con esercitazioni su un fantoccio. Il corso si chiuderà venerdì nella mattinata con una discussione finale moderata dal dott. Solbiati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.