Lo Stato d’Israele, un compromesso mancato

Al Sunset Hotel una serata in occasione dei 60 anni dello stato ebraico. Ospite il professor Marco Paganoni, organizza il Rotary Club Sesto Calende-Angera-Lago Maggiore

Questa sera, giovedì 9 ottobre,  presso il Sunset Hotel di Gavirate il professor Marco Paganoni terrà una conferenza in occasione della celebrazione dei sessant’anni della nascita dello Stato d’Israele. La serata è organizzata dal Rotary Club di Sesto Calende  Angera – Lago Maggiore. «Chi esamina la storia della Terra d’Israele/Palestina e delle due popolazioni che vi vivono – scrive Paganoni – non può che arrivare alla conclusione che l’unica soluzione è il compromesso: suddividere la terra tra i due popoli. Ciò che è in discussione non sono dunque i confini, né il territorio dei due stati. Ciò che è in discussione è il principio stesso della suddivisione della terra in due stati per due popoli. A ben vedere la questione, per quanto complessa, è tutta qui: nella mancata spartizione della Terra d’Israele/Palestina fra i suoi abitanti, ebrei e arabi. E in questi termini si ripropone, ostinata, fino i nostri giorni». 

Secondo il presidente del sodalizio, Massimo Pozzi, questa è la questione fondamentale del problema di Israele.

Marco Paganoni è nato in Israele nel 1959 da genitori italiani non ebrei e vive in Italia dal 1967. Nel 1986 pubblica Dimenticare Amalek – rimozione e disinformazione nel discorso della sinistra sulla questione israeliana (La Giuntina). Dal 1989 pubblica articoli di analisi mediorientale sul Bollettino della Comunità Ebraica di Milano. Nel 1989 è tra i fondatori, a Milano, del centro NES – Notizie e Stampa e da allora è direttore del notiziario periodico NES, specializzato su Israele e Medio Oriente. Dall’ottobre 2000 dirige il sito www.israele.net. Dal 2001 insegna Storia e Istituzioni dello Stato di Israele presso l’Università di Trieste.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.