Luc Montagnier Nobel per la medicina

Professore presso l'Istituto Pasteur di Parigi, presidente della fondazione mondiale per la ricerca e prevenzione dell'AIDS, ha scoperto nel 1983 il virus dell'HIV

Il Nobel per la Medicina 2008 è stato assegnato a Luc Montagnier, Harold zur Hausen e Francoise Barrè Sinoussi.

Il professor Montagnier è conosciuto come pioniere degli studi sull’Hiv. Attraverso una biopsia al linfonodo di uno dei pazienti di Rozenbaum nel 1983 il gruppo di ricercatori guidato dal medico francese fu in grado di scoprire il virus, a cui fu dato il nome di LAV (lymphadenopathy-associated virus, ovvero virus associato a linfoadenopatia).

L’anno successivo un gruppo di studiosi americani guidato dal dottor Robert Gallo, capolaboratorio all’Istituto Nazionale del Cancro (NCI), confermò la scoperta del virus, ma ne modificò il nome in virus T-linfotropico umano di tipo III (HTLV-III).
Nel 1986 Montagnier è riuscito a isolare un secondo ceppo del virus HIV, chiamato HIV2 e maggiormente diffuso in Africa ed è stato insignito del premio Albert Lasker per la ricerca medica; assieme a Francoise Barrè Sinoussi, il medico francese ha isolato l’Hiv.

Il ricercatore tedesco Harald zur Hausen ha invece isolato e riconosciuto l’Hpv (Human Papilloma Virus) come causa di uno dei più diffusi tumori che colpiscono le donne, il cancro della cervice uterina.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.