Ma quale sfigati?

L'articolo su Facebook ha scatenato anche su Varesenews un bel dibattito. Decine di commenti e altri post sui blog

L’articolo su Facebook ha scatenato anche su Varesenews un bel dibattito. Decine di commenti e altri post sui blog.
Un ringraziamento personale ai due psicoterapeuti  Stefano Bussolon  e a Tonino Cantelmi per aver scelto il blog Maremma su cui confrontarsi.
Il tema è certamente affascinante e credo che la ricerca sia tutta aperta. Il mio punto di vista non ha alcuna pretesa di scientificità. Certo però che utilizzando gli strumenti di Internet e in più lavorandoci quotidianamente da oltre tredici anni ho un osservatorio molto particolare. Varesenews è una realtà quasi unica in Italia, non tanto per i contenuti o il format, quanto perché è cresciuta con la diffusione del web nel nostro Paese e così abbiamo accompagnato molti cittadini nell’entrare nel mondo della rete. Personalmente poi ho vissuto questo sviluppo con entusiasmo, ma anche senza trionfalismi o fanatismi. Uso i social network da poco, mentre ho usato molto altri strumenti quali le chat, i forum e addirittura i newsgroups oggi ovviamente quasi morti.
L’idea che me ne sono fatto è che non si tratta affatto di sfigati e che le categorie usata nel famoso articolo sono assolutamente insufficienti.
Chi usa Facebook non è più bello o più brutto. In genere sono persone che hanno un’ottima capacità di socializzazione e utilizzano la rete perché rende molte cose più semplici. Le mode passano e il web le distrugge a una a una. Resta solo ciò che veramente ha attinenza con il vivere quotidiano o che permette interazioni veramente affascinanti. E se ci pensiamo bene anche noi siamo qui grazie a tutto questo. Il dibattito accademico è interessante, ma va fatto da chi davvero conosce, usa e partecipa in maniera serena e senza preconcetti la rete. Altrimenti il risultato si vede e serve solo a sollevare polveroni inutili.
Quanto ai nostri lettori, ma solo pochi per la verità, farebbero bene a commentare gli articoli e non i titoli. Farebbero più bella figura e aiuterebbero a sviluppare il confronto sul tema e non su ciò che pensa un giornalista o un esperto. Meditiamo gente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.