Marchi contraffatti, vestiti donati invece che distrutti

La Gdf, dando esecuzione ad un’ordinanza del gip di Busto Arsizio Sara Venturi, ha regalato 2.200 canottiere e 5.690 magliette a tre enti benefici

Vestiti con marchi contraffatti, sequestrati dalla guardia di finanza, donati ad associazioni ed enti di assistenza a persone bisognose. La Gdf di Saronno, dando esecuzione ad un’ordinanza del gip di Busto Arsizio Sara Venturi, ha regalato 2.200 canottiere e 5.690 magliette: la soluzione benefica è stata adottata come alternativa alla distruzione della merce. I beneficiari della donazione sono il “Centro accoglienza richiedenti asilo – Croce Rossa Italiana” di Castiglione delle Stiviere, l”Associazione Esengo di Boboto” (Gioia e pace) e la società “S. Vincenzo de’ Paoli di Saronno. L’iniziativa ha suscitato grande apprezzamento negli enti di assistenza destinatari della merce, che è stata utilizzata a vantaggio di persone bisognose garantendone il decoro e la dignità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.