Mariangela Melato inaugura la stagione del Teatro delle Arti

Martedì 14 e mercoledì 15 ottobre al via il brillante cartellone del teatro di via Don Minzoni

Spetta alla grandezza stellare di Mariangela Melato inaugurare martedì 14 ottobre la 41^ stagione teatrale alle Arti, promossa dal Centro Culturale del Teatro delle Arti con il patrocinio del Comune di Gallarate, assessorato alla Cultura.

Una specie di one woman show, che ha riscosso ovunque consensi di pubblico e di critica.

«Recito, canticchio, ballicchio». Mariangela Melato sceglie la modestia e l’ironia per spiegare il suo nuovo spettacolo, “Sola me ne vo” (incipit della canzone “In cerca di te” del 1936), scritto da lei stessa con Vincenzo Cerami, Riccardo Cassini e il regista Giampiero Solari. La Melato si presenta in scena per l’intera serata, accompagnata dalle evoluzioni di sei ballerini. Per mesi, l’attrice milanese si è sottoposta a un rigoroso lavoro di danza e di canto per affrontare questo evento. Il risultato è un grande gioco e insieme un atto d’amore nei confronti del teatro, ricamato di momenti di sorriso e di melanconia. Un “gioco giocato” sul filo della nostalgia nel ricordo dei tanti artisti incontrati al mitico bar Giamaica di nonna Lina, in quella Milano degli anni Sessanta, ricca di fermenti creativi poi sviliti dalla Milano “da bere” degli anni ottanta e ancor più da quella che oggi sopravvive a se stessa . Alle canzoni d’epoca fanno da collante il racconto della Melato, che mescola il ricordo alla recitazione (ci sono mostri sacri, Shakespeare compreso), le musiche originali di Leonardo De Amicis , le coreografie di Luca Tommassini , che si traduce in una sorta di omaggio al grande Bob Fosse. Una occasione unica per Gallarate, certamente da non perdere. Qualche spettatore ha anche la fortuna di aver visto la Melato alle Arti nel 1969, diretta da Luchino Visconti, e nella piena maturità, negli anni Ottanta, interprete di Medea.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.