Master di scherma, un successo di numeri e di glorie

Quasi trecento partecipanti alla prima prova tenutasi a Busto nella storica sede della Pro Patria. ecco tutti i nomi che stanno dietro ad un successo

Grande successo con numeri da record per il primo appuntamento del torneo master di scherma "Trofeo Banca Popolare Commercio e Industria" organizzato nella storica sede della Pro Patria di via Galvani il 18 e 19 ottobre scorsi. Ben 291 atleti partecipanti, nei due giorni, di cui 190 il primo
giorno, e 101 domenica. In assoluto, mai la prima prova del circuito è
risultata così numerosa, e certamente è fra le più numerose di sempre.
 Numerose
anche le società italiane rappresentate: 82, comprese Serbia e
Macedonia
, con alcuni atleti in gara, ed uno svizzero. Altri atleti
stranieri presenti risultavano tesserati per società italiane.
L’effetto allori olimpici ma anche tanta passione per uno sport nobile che in Italia ha una delle sue espressioni massime con molti atleti.

Le
gare di spada, come sempre, hanno fatto registrare l’afflusso maggiore
:
le regole semplici e chiare, e la scarsa influenza del giudizio
arbitrale la rendono gradita ai più. La spada è arma che colpisce solo
di punta, e in ogni parte del corpo. Se si tocca insieme, entro un
lasso di tempo non superiore alla metà di un decimo di secondo, si ha
il colpo doppio, un punto a testa, colpo un tempo detto “il colpo delle
due vedove”.
Gli atleti si sono sfidati su dieci pedane operative, con apparecchi di segnalazione elettronici e segnapunti. Anche l’organizzazione, dunque, ha richiesto grandi sforzi grazie a tanti amici della scherma che l’organizzazione vuole ricordare in un lungo ma importante elenco.

La direzione di torneo è stata affidata a Maurizio Cipolla; computerista il figlio Davide. Medici di servizio il Dott. Ferrari, sabato, e il Dott. Baroli, domenica: genitori di due bravi atleti della Pro Patria; così come il fotografo, Alberto Tosi. Hanno collaborato all’organizzazione e alla gestione della gara, con Giancarlo Toràn, Roberto Felli, Simone Preite, Nicolò Frasso. Nella fase preliminare, ha curato l’organizzazione Marco Malvezzi, che da venerdì è impegnato ad Ariccia, per i campionati italiani dei cadetti, con i giovani atleti della Pro Patria. Molte e gradite le visite alla due giorni a partire dal sindaco farioli sabato el presidente del comitato regionale Fis Gianfranco Magnini e dell’intero consiglio direttivo dell’Amis (Associazione italiana master scherma).

Il Presidente della Pro Patria, Cesare Vago, che ha partecipato alle premiazioni, ha ricevuto con grande soddisfazione le dimostrazioni di gradimento per la bella sede e l’ottima organizzazione della gara. Complimenti che vanno a tutto il Consiglio Direttivo della società schermistica bustese, che comprende il vicepresidente Cesare Crosta, e poi i consiglieri Marino Vago, Gaetano Felli, Roberto Felli, Franco Lualdi, Daniele Crosta, Sergio Fabrizi, Emanuele Tosi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.