Mendrisio-Varese, firmato l’impegno a realizzare il collegamento ferroviario

Entro cinque anni la realizzazione dell'opera, lunga complessivamente 17,7 chilometri, di cui 6,5 su territorio svizzero e 11,2 su suolo italiano

Il Ministro dei trasporti svizzero Moritz Leuenberger e il suo omologo italiano Altero Matteoli hanno siglato a Roma un accordo sulla realizzazione della linea ferroviaria transfrontaliera Mendrisio – Varese. La nuova tratta entrerà in funzione al più tardi tra cinque anni. Con la sottoscrizione di tale accordo, la Svizzera e l’Italia si impegnano a realizzare un collegamento ferroviario della lunghezza di circa 18 chilometri tra Mendrisio, nel Cantone Ticino, e Varese. Il progetto prevede sia il potenziamento di tratte esistenti sia la costruzione di tratte nuove. La linea di prossima costruzione, che fa parte del piano della rete regionale Ticino – Lombardia (TILO), promuove il trasferimento del traffico viaggiatori transfrontaliero dalla strada alla rotaia. Inoltre, permette di migliorare i collegamenti con l’aeroporto di Malpensa e di ridurre di un’ora i tempi di percorrenza tra il Cantone Ticino e la Svizzera romanda (Lugano – Losanna passando per Gallarate) rispetto all’attuale percorso attraverso il San Gottardo. 

Il collegamento ferroviario Mendrisio – Varese misura complessivamente 17,7 chilometri, di cui 6,5 su territorio svizzero e 11,2 su suolo italiano. Per quel che concerne la parte svizzera, la tratta Mendrisio – Stabio (4,5 km), sin’ora destinata ai treni merci, sarà dotata di doppio binario e adeguata al trasporto dei passeggeri. A partire da Stabio la tratta sarà prolungata (2 Km) su doppio binario fino il confine, da dove l’Italia la collegherà con doppio binario all’attuale linea Arcisate – Varese. 

Secondo l’accordo, il collegamento ferroviario deve essere finanziato conformemente al principio di territorialità. Per la Svizzera i costi ammontano a circa 134 milioni di franchi, 67 dei quali a carico del fondo infrastrutturale e altrettanti a carico del Cantone Ticino. In Italia il Governo ha preso una decisione definitiva in merito al finanziamento nel gennaio 2008. Il totale complessivo dei costi italiani è di circa 223 milioni di euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.