“Meno giochini politici e più risposte concrete”

Il segretario cittadino del PD Tuozzo accusa l'amministrazione di immobilismo pre-elettorale e fa l'elenco dei problemi cittadini

Archiviati i Mondiali di ciclismo torna a Gavirate a polemica politica.

A lanciare l’attacco all’amministrazione è il segretario cittadino del PD Marco Tuozzo: «Il PD chiede ritorni in Consiglio comunale la discussione per il riordino della rete fognaria. Occorre bloccare, una volta per tutte, gli sversamenti di liquami nel Lago. Molti cittadini denunciano che la puzza lungo le sponde è divenuta insopportabile.

Si ponga fine, inoltre, alla penosa odissea che sta andando in scena al Lido.

Infatti, questa estate, anziché costruirsi il centro remiero per australiani, si è prodotta solo una gigantesca pozza fangosa che, oltre a dare una casa a milioni di zanzare e moscerini, ci ha fatto fare una vera e propria figuraccia mondiale!

Al Sindaco di Gavirate chiediamo di agire per ottenere la restituzione del terreno, dei soldi e della dignità cittadina che, incautamente, ha affidato nelle mani incompetenti ed inutili della Provincia.

Le strade sono tornate ad essere delle mulattiere. Gli anziani inciampano per la strada ed i disabili lamentano l’assenza di idonee rampe per la salita sui marciapiedi. Il pavé in centro è tutto rabberciato: ciclisti e motociclisti temono cadute rovinose. Nelle Frazioni, addirittura, passano settimane prima che il Comune si attivi per le riparazioni».

 

Tuozzo, nel comunicato, invita a una maggiore concretezza e a mettere fine all’immobilità pre-elettorale, legata ai giochini interni ai partiti di cui si vocifera con insistenza in città.

«Plaudiamo alla nuova segnaletica per la ciclopedonale e le aree di pubblico interesse – commenta il segretario del PD –  Nel tempo, sarebbe opportuno posizionarla anche nella periferia cittadina. È opportuno che la Polizia municipale provveda a bonificare la segnaletica stradale eliminando gli adesivi attaccati dalla Lega durante il Mondiale di ciclismo. Chiediamo che i pozzetti e le caditoie per il deflusso delle acque piovane vengano ispezionati e puliti. Non è accettabile che ad ogni piccolo scroscio si allaghino intere vie cittadine. È opportuno un lavoro costante di manutenzione anche negli alvei dei fiumi.

Manca una corretta gestione dei cantieri. Non è possibile, come accaduto all’apertura delle scuole, che si creino ingorghi giganteschi e che i genitori siano costretti a guidare contromano.

Per venire incontro agli anziani è necessario aprire a Gavirate un ufficio servizi per le badanti. Varese è fin troppo lontana per sbrigare tutte le pratiche burocratiche. Il PD è disponibile a mettere a disposizione la sua sede».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.