Microchip ai cani: novembre mese di sconti

Costerà 15 euro(invece di 35) l'iscrizione all'anagrafe canina con l'inserimento del microchip. L'iniziativa è rivolta solo ai varesini

Lunedì 3 novembre parte il mese della "cippatura" ( mettere il microchip al proprio cane). Si tratta di una campagna che mira a convincere i proprietari perchè iscrivano il proprio cane all’anagrafe canina, dotandoli, nel contempo, del chip di identificazione.
La campagna è stata presentata all’Asl e vede coinvolti, oltre all’azienda sanitaria, il Comune di Varese, l’Ordine dei veterinari e l’Ufficio diritti degli Animali.
Per tutto il mese di novembre, gli abitanti del comune di Varese potranno usufruire di tariffe agevolate per "cippare" il proprio quadrupede. Al posto di pagare 35 euro sborseranno 15,20 euro.

Gli sconti verranno effettuati nei distretti dell’Asl e da 23 veterinari che hanno aderito alla campagna.

Scopo della promozione è la volontà di indurre i varesini a iscrivere gli animali all’anagrafe, inserendo, inoltre, il piccolissimo chip ( mediante una siringa senza provocare dolore al cane) che contiene tutte le indicazioni relative al padrone: «Il fine – spiega il direttore sanitario dell’Asl Marmondi – è quello di sensibilizzare la gente per porre termine al triste fenomeno dell’abbandono, ma anche per assicurare il padrone che, in caso di smarrimento, l’animale potrà essere individuato e restituito facilmente».

Il chip, che si inserisce tra le scapole, è piccolissimo e, una volta immesso, può anche muoversi senza aprovocare problemi all’animale: « A Varese il problemo del randagismo non è preoccupante – spiega Agostino Fanizzi, dell’Ufficio Diritti Animali – al canile ci sono meno di 30 animali in attesa di un padrone. Varese, comunque, è molto sensibile a questo tema, infatti è la seconda città, dopo Milano, ad avviare la campagna di sensibilizzazione».

Sostegno e collaborazione vengono anche dal Comune che vuole promuovere una cultura di rispetto degli animali soprattutto tra i bambini.
Le tariffe promozionali resteranno in vigore fino alla fine del mese: « la nostra intenzione – assicura il dottor Marmondi – è quella di estendere questo esperimento all’intero territorio. Diciamo che utilizzeremo Varese come test per poi replicare l’iniziativa»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.