Mondiali di ciclismo ok anche per i disabili

Consentire ai disabili di assistere al Mondiale è stato uno dei tanti obiettivi raggiunti con successo da Varese 2008 grazie alla Protezione Civile e Unitalsi

Consentire ai disabili di assistere al Mondiale è stato uno dei tanti obiettivi raggiunti con successo da Varese 2008. Grazie all’impegno del Dipartimento della Protezione Civile, che ha affidato l’organizzazione all’Unitalsi, sono stati messi a disposizione del pubblico disabile oltre 100 volontari e 12 mezzi, che dalla sera di lunedì 22 a domenica 28 settembre hanno effettuato 72 viaggi, percorrendo 3.200 km .

Disabili ed accompagnatori sono stati accolti in due aree riservate allestite dal Comitato Organizzatore all’interno del Mapei Cycling Stadium e sulla Salita dei Ronchi, dove hanno potuto assistere a tutte le gare della kermesse iridata da posizioni privilegiate, dotate anche di maxischermo. Entrambi gli spazi hanno ospitato fino ad un centinaio di persone: n ella giornata di domenica al Mapei Cycling Stadium erano presenti 48 disabili, la maggior parte accompagnati, mentre all’area dei Ronchi le persone disabili presenti sono state 32, tutte con accompagnatore.

Sabato 27 settembre i disabili hanno anche ricevuto alcune visite molto gradite, tra cui quelle del presidente del Coni, Gianni Petrucci, e di Gilberto Simoni. Particolarmente apprezzato è stato poi l’incontro con il team di canottaggio paralimpico, che ha esibito la medaglia d’oro conquistata a Pechino.  Per coordinare e gestire gli aspetti logistici ed il trasporto tra i parcheggi destinati ai disabili e le zone loro riservate per assistere ai Mondiali, è stata predisposta una Centrale Operativa. L’Unitalsi della Regione Lombardia è stata supportata nell’organizzazione anche da volontari e mezzi dell’Unitalsi Triveneta e dell’Emilia Romagna.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.