Nasce un nuovo bosco, grazie a Timberland e Legambiente

Domani volontari al lavoro per piantare 2000 alberi

Da domani in Lombardia ci sarà un bosco in più. Grazie al progetto Planet One on Us infatti i volontari di Legambiente e gli uomini e le donne della Timberland pianteranno 2000 alberi nel Parco di Casei Gerola. Saranno piantumati alberelli di altezza compresa tra uno e due metri grazie ai quali prenderà vita un nuovo bosco ricco di querce, frassini e salici. Duemila arbusti che porteranno cibo agli uccelli e bellezza al paesaggio del parco. Gli alberi che verranno piantati domani rientrano nel progetto Planet One on Us, grazie al quale, ogni persona che ha comprato un paio di scarpe Timberland ha contribuito all’acquisto di un alberello da piantare. L’appuntamento è quindi per domani venerdì 24 ottobre: una giornata importante per la natura, che rafforzerà il legame di quanti vogliono cambiare in meglio l’ambiente mettendosi in gioco in prima persona. Il bosco avrà un suo disegno naturalistico e circonderà la Casa di Accoglienza presente nel parco che viene utilizzata per ospitare i visitatori e realizzare i corsi di educazione ambientale in area di grande interesse naturalistico. L’iniziativa di domani, inoltre, darà il via ad una serie di piantumazioni che verranno realizzate da Legambiente in tredici Oasi naturalistiche della Lombardia: 1000 volontari a lavoro fino a fine novembre per un totale di 5000 alberi piantati e 350 ettari di superficie interessati. Un contributo quindi non solo in termini di nuovo verde ma anche per la riduzione delle emissioni di CO2. 

 

«Il progetto che stiamo portando avanti con la Timberland dimostra l’impegno di questa azienda che già da anni stimola i propri dipendenti al volontariato e in particolare alla tutela dell’ambiente – dichiara Marzio Marzorati, di Legambiente Lombardia -. Auspichiamo che iniziative di impegno civile come questa si diffondano sempre di più anche tra le altre aziende, perchè il benessere dei nostri territori e la tutela ambientale diventino obiettivi alla portata di tutti».

Il Parco locale d’Interesse Sovracomunale “Le Folaghe” nel Comune di Casei Gerola è stato istituito nel 1999. Ottimo esempio di recupero ambientale, esso comprende un complesso di ex-cave di argilla allagate da acqua di falda, dove ora abitano tuffetti, lodolai, folaghe e numerosi rapaci notturni e diurni. Attorno ai laghetti che ospitano cavedani, lucci, carpe e siluri e ben 13 specie di rettili e anfibi, tra cui la Rana agile e il Tritone crestato, è possibile incontrare lepri, talpe, faine e donnole. Già da diverso tempo Legambiente e gli Amici del Parco le Folaghe sono tra i promotori della conservazione del Parco di Casei Gerola e ne curano la valorizzazione. Molti i lavori svolti: sono stati tolti i rifiuti, messi a dimora piante e arbusti, sistemate le rive delle lagune, costruito un centro visite per l’educazione ambientale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.