Nicoletti contro D’Aula: “Gestione inconcludente della sicurezza”

Ennesimo e durissimo affondo di Alessio Nicoletti sull'assessore alla sicurezza e polizia Locale

Ennesimo e durissimo affondo di Alessio Nicoletti sulla gestione di Fabio D’Aula dell’assessorato alla Sicurezza e Polizia Locale del Comune di Varese. Il leader di Movimento Libero si scaglia contro una gestione politica che non esita a definire “pressappochista ed inconcludente”, sollecitando nuovamente l’intera Amministrazione Comunale a fornire risposte concrete alle più che legittime aspettative della cittadinanza.

“Questa settimana – afferma Alessio Nicoletti- è la settimana del bastone estensibile e dello spray al peperoncino. Elementi sì utili all’autodifesa degli agenti di Polizia Locale in casi eccezionali, via di mezzo sensata tra la pistola e le mani nude in caso di bisogno, ma oggettivamente strumenti che non andranno minimamente ad incidere sulla capacità operativa e sui risultati concreti che la cittadinanza si aspetta dalla Polizia Locale. Siamo favorevoli affinché gli agenti di Polizia Locale abbiano in dotazione questi strumenti a maggior tutela della loro persona, ma sappiamo che fortunatamente l’utilizzo di questi strumenti sarà del tutto sporadico ed eccezionale. Per intenderci meglio, a scanso di equivoci, è evidente a tutti che da domani gli agenti di Polizia Locale non “manganelleranno” nessuno. Nel frattempo- continua Nicoletti- siamo quasi a metà mandato e sul fronte sicurezza e Polizia Locale, l’Amministrazione Comunale si sta dimostrando sempre più inconcludente, caotica e pressappochista. Scioglie la squadra di Pg(polizia giudiziaria), che avrebbe potuto contrastare efficacemente la micro-criminalità, invece di potenziarla. Ha ridotto l’organico all’osso(mancano circa 30 unità), non assumendo neanche quei pochi agenti in più arrivati in occasione del mondiale di ciclismo, e non riuscendo così a garantire il necessario presidio del territorio e i necessari servizi mirati volti a migliorare situazioni consolidate, come, ad esempio, la presenza di questuanti e venditori abusivi, o a reprimere le tante azioni vandaliche.

Per non parlare poi della situazione anomala del Comandante di Polizia Locale, che si commenta da sola. Insomma, al di là di annunci roboanti a uscite spot, come il bliz a vuoto al Malerba, nulla è stato fatto, se non peggiorare una situazione già di per se difficile.

Comprendiamo la necessità di questa Amministrazione Comunale di “far vedere” qualcosa sul settore sicurezza, ma non condividiamo minimamente le modalità, che fino ad oggi non hanno portato a nulla. Invitiamo l’Amministrazione – conclude Nicoletti- a ragionare sulla necessità di rimpolpare l’organico per aumentare il presidio del territorio e garantire servizi mirati volti a debellare situazioni ormai consolidate, a valutare la possibilità di ricostituire una squadra di Pg per contrastare i fenomeni di micro-criminalità ed ad emanare un concorso pubblico per il Comandante di Polizia Locale, a garanzia dell’autorevolezza ed imparzialità del Corpo stesso e di chi lo dovrà guidare. Speriamo che l’Assessore alla partita comprenda presto che serve un cambio di rotta deciso nella gestione politica del settore, altrimenti è meglio che si dedichi ad altro…”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.