Nulla di fatto per i precari della provincia

L'incontro del 6 ottobre non ha dato risultati precisi su chi sarà destinato ad andare a casa. Prossimo incontro il 16, mentre i lavoratori organizzano un presidio per il 14

Non c’è evoluzione nella trattativa tra lavoratori della Provincia e l’Ente stesso sulla vicenda dei lavoratori precari e dell’agenzia formativa. L’incontro del 6 ottobre, seguìto a quello del 30 settembre frutto di un rinvio del previsto incontro del 22, ha registrato un avvio dall’ esito interlocutorio.

«Per l’ennesima volta la Provincia non ha portato al tavolo i dati richiesti dalla Rsu e dalle segreterie territoriali, presenti alla trattativa, ne’ ha comunicato tempi e numeri precisi del processo distabilizzazione dei precari – Hanno lamentato i responsabili RSU della Provincia – Nonostante le nostre ripetute richieste, non e’ stata data alcuna risposta in merito al numero di coloro che non avranno un rinnovo del contratto a partire dal 1° gennaio 2009, ne’ l’Ente si e’ reso disponibile ad assumersi l’impegno di comunicare immediatamente agli operatori se sarà, o meno, rinnovato loro il contratto per l’anno 2009. Analogamente, non sono state date indicazioni in merito alle scelte sul futuro dell’agenzia formativa ed al destino degli operatori, dipendenti e no, che vi operano».

Per queste ragioni la Rsu dei lavoratori dell’Ente ha deciso di chiedere con lettera un intervento urgente delle segreterie confederali delle organizzazioni sindacali, per coinvolgere il tavolo territoriale sull’ impatto sociale rappresentato da coloro ai quali, per legge, non sara’piu’ possibile rinnovare il contratto e di convocare un’assemblea di tutti gli operatori dell’ente per giovedi’ 16 ottobre dalle 11.30 alle 13 presso la sala Neoclassica di villa Recalcati, in concomitanza con la riunione del tavolo di trattativa con l’ ente Provincia, previsto appunto per lo stesso giorno e la stessa ora. La Rsu ha invitato, infine, tutti i lavoratori, operatori e collaboratori al presidio/assemblea previsto il 14 ottobre prossimo presso la sede della direzione provinciale del lavoro promosso da Cgil-Cisl-Uil.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.