Olio avariato, 200 bambini a rischio in cina

Nuovo caso di intossicazione alimentare mentre in Italia scoppia il caso Galbani

Nuovo pericolo per i bambini cinesi: dopo il latte ora sembra essere a rischio l’olio. Nella provincia dello Zhejiang, nell’est della Cina, a oltre 200 bimbi di un asilo si sono gonfiati i linfonodi mesenterici, forse a causa dell’olio usato nelle cucine. Per 146 piccoli e’ stato necessario il ricovero. Sono in corso indagini per capire cosa stia succedendo.

E’ il secondo scandalo del genere, dopo il caso del latte avariato che aveva ucciso alcuni bambini due settimane fa. Anche a casa nostre le truffe alimentari scuotono i consumatori. Secondo La Repubblica alcuni lavoratori della Galbani di Perugia hanno denunciato l’azienda perché sarebbero stati indotti a cambiare le date di scandenza di alcuni prodotti. L’azienda nega tutto e parla solo di un caso isolato, ma la Coop del centro Italia ha ritirato i prodotti dell’azienda dai suoi banchi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.