Operazione Caronte: sgominato il racket del caro estinto

Quarantun persone sono accusate di corruzione per aver preso parte ad un sistema di segnalazione di decessi ad alcune ditte di pompe funebri. Nella rete anche infermieri

Segnalavo alle pompe funebri quando e dove avveniva una morte. Sono così finite in manette 41 persone, tra cui infermieri di otto diversi ospedali o case di cura di Milano che, secondo l’accusa, farebbero parte di un giro di corruzione legato al business dei funerali. L’operazione, denominata "Caronte" è stata condotta dalla polizia e coordinata dai sostituti procuratori
Napoleone e Colacicco. Cinque persone sono in carcere e
le altre agli arresti domiciliari.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.