Parte il “bookcrossing”: cercasi libri da “far girare”

Sabato 8 novembre, dalle ore 15 alle ore 18, nel salone Borsa in piazza Martiri, si raccolgono testi usati per l'iniziativa "passalibro"

Accanto al festival “Scrittori&Giovani”, la città di Novara offre a tutti gli amanti del libro la possibilità di vivere l’evento del bookcrossing, uno dei fenomeni socio-culturali del momento in tutto il mondo. Il bookcrossing consiste nel lasciare in posti pubblici libri significativi, già letti, perché possano essere letti e successivamente rimessi in circolo da altri. Soprannominato anche “passalibro”, è realizzato in modo completamente gratuito e crea quasi un’enorme biblioteca aperta e in viaggio.

Ogni libro avrà un’etichetta per informare che non si tratta di un volume abbandonato ma di un libro che cerca lettori. I lettori nuovi, se desiderano, possono dare notizia del ritrovamento di un libro direttamente alla trasmissione Fahrehneit di Rai Radio 3, il programma pomeridiano in onda dalle 15 alle 18, oppure sul sito ufficiale (www.bookcrossing-italy.com) e possono successivamente lasciare il libro nei luoghi più diversi perché riprenda il suo viaggio: nei bar, sui treni, a scuola, in negozi, su panchine. Così è possibile seguire il viaggio del proprio libro preferito, un po’ come se fosse un messaggio in bottiglia.

Il bookcrossing di “Scrittori&Giovani”, promosso dalla Provincia di Novara e dalla Regione Piemonte a cura di Interlinea, coinvolge le scuole ma è naturalmente aperto a tutti i novaresi. Ognuno può donare libri per tale iniziativa portandoli presso l’URP della Provincia di Novara (piazza Matteotti 1, palazzo Natta, piano terra).

La giornata del bookcrossing sarà a Novara sabato 8 novembre pomeriggio, dalle ore 15 alle ore 18, in luoghi vari con sede nell’atrio del salone Borsa in piazza Martiri e sarà realizzata una cartina con i più importanti punti di distribuzione (raccolta e consegna).

Come ha dichiarato l’assessore provinciale all’istruzione Paola Turchelli “l’iniziativa novarese desidera un modo originale per avvicinarsi ai libri nel segno della libertà, tema dell’edizione di quest’anno del  festival Scrittori&Giovani”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.