PdCI: “Malpensa: la patacca leghista costa cara”

Nota del segretario provinciale Elio Giacometti

Riceviamo e pubblichiamo 

Il salvataggio di Malpensa promesso dalla Lega ( qualcuno addirittura ha fatto saltare la Provincia

di Varese, si è sacrificato per andare a Roma ) consiste in questa patacca che si evince dal voto del decreto in Parlamento: 200 euro a testa per ogni contribuente per pagare i debiti di Alitalia iniziati con la gestione del “manager” Bonomi, aumento delle tasse d’imbarco a carico degli utenti, riduzione delle rotte internazionali da Malpensa, licenziamenti e precarietà del lavoro. . Adesso si capisce meglio che cosa è il federalismo: regalare ai privati che fanno il mestiere di comprare per vendere e scaricare i costi sui lavoratori e sulle attività indotte a cui erano state fatte promesse infondate.

Chi ha fatto saltare il piano predisposto dal Governo Prodi che aveva il merito della trasparenza e che poneva Alitalia in una dimensione internazionale porta pesanti responsabilità politiche

 Ora costoro  cercano un qualche futuro nella totale deregolamentazione, ma un futuro Malpensa lo potrà avere e lo avrà solo liquidando questi affarismi, con una gestione moderna del sistema aeroprtuale, non con gli aeroporti ogni 50 chilometri voluti da Formigoni,  e ponendo finalmente in primo piano il lavoro e il territorio.

In questa fase occorre la massima vigilanza dei lavoratori e l’intervento delle istituzioni locali  per modificare le decisioni del Governo. 

Cordiali saluti

Elio Giacometti, Segretario Federazione PDCI Varese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.