Percorsi d’arte a Casorate

Appuntamento il 17 ottobre alle ore 21, Sala Consiliare

PERCORSI è il titolo che abbiamo voluto dare alla serata del 17 ottobre, nell’ambito degli Incontr-ARTI, e che si configurerà un po’ come mostra d’arte e un po’ reading letterario.

La rassegna di Casorate Sempione, abilmente orchestrata dalla sinergia di tre gruppi culturali presenti nel Comune e avente come punto d’incontro la Biblioteca, si sposta per il 17 ottobre in Sala Consiliare, Via de Amicis, ore 21.

Due le protagoniste dei PERCORSI: le poetesse Daniela Rabolli e Rosanna Reboni.

Daniela, stimata insegnante della scuola primaria di Casorate, presenterà nella serata una silloge di poesie di cui è autrice, abbinandole all’esposizione in loco delle sue ormai famose sculture.
Liriche d’amore, percorsi a ritroso nel tempo e in profondità nella psicologia femminile, tracce di autobiografia, passione ed arte sono gli elementi del mondo di Daniela, che si schiuderà al pubblico per voce della stessa autrice.
Leggera eppur concreta, lieve ma decisa e forte come la materia che usa per scolpire, plasmata fino a diventare forma viva, Daniela non esita a mettersi in discussione, a dire di sé quello che molti non oserebbero. Le sue paure, i suoi pensieri di donna, la sua fede, il suo desiderio ci permetteranno di scoprire le luci e le ombre della amata e familiare maestra.
Non mancano, da buona insegnante, percorsi attraverso la parola, testi metaletterari sulla scrittura e la lettura, che sicuramente la scultrice accompagnerà all’esposizione dei suoi libri in terracotta.
E, ancora, qualche ritratto al femminile, nitido come quello della donna che stira di "Davanti ha panni lindi", anch’esso tradotto poi in figura a tutto tondo.

Rosanna ha scritto di sè, invece, seguendo un percorso preciso, un ordine metodico che – nato dal caos interiore- all’ordine doveva condurre: una sorta di terapia guidata e concertata con il suo interlocutore (il dottor Alberto Maria Luraghi, anche lui ospite alla serata del 17), che le ha permesso di superare un momento difficile della sua vita. Ne è nato, a prova tangibile della lunga strada macinata, un libro dal titolo accattivante, Elisir d’assenzio (Edizioni LietoColle 2008) che invoca l’oblio che Rosanna cercava per sé.
Un vero e proprio esempio di cromoterapia o addirittura di arte-terapia, dal momento che il libro di Rosanna è una miscellanea di poesie, prose, disegni, esternazioni.
La scrittrice presenterà, anche lei di sua voce, sei liriche, tutte abbinate a colori e a quadri. Le tele saranno peraltro esposte al pubblico, che sentirà raccontare il metaforico viaggio di Rosanna e ne seguirà le tappe leggendo il linguaggio dei colori. "Elisir d’assenzio" sarà poi messo in vendita per chi nella serata lo volesse acquistare.

In un percorso d’arte che si rispetti, in un Incontr-ARTI, le parole e le immagini verranno sorrette e valorizzate dalle note musicali del Maestro Pérez-Forte, che accompagnerà la lettura delle artiste con la sua poetica chitarra.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.