Pillastrini: “Il carattere c’è, ma per il futuro non basta”

Il coach vince ma non esulta. Su Dickens "Lo abbiamo preso per le sue qualità, cerchiamo di mascherare i suoi difetti"

Stefano Pillastrini è un realista. Lo dimostra in campo, ma soprattutto in sala stampa, dove nonostante la vittoria con Livorno, la seconda in campionato, non esulta. Una partita risolta negli  ultimi cinque minuti è indice di un bel carattere, ma anche  il segnale di qualche problema quando di fronte si ha un avversario menomato come era oggi Livorno. «La squadra ha carattere, come aveva già dimostrato contro Roseto, è una bella qualità e sono contento per i due punti – dice il coach della Cimberio –  ma non basta. Oggi siamo stati in difficoltà sul gioco, facendo una serie di sciocchezze che ci hanno portato sotto nel punteggio. Siamo molto indietro e lo si è visto. Inoltre in diverse occasioni non siamo riusciti a difendere su quei giocatori molto bravi nella penetrazione che portavano fuori dall’area i nostri lunghi».

Sulle qualità “esplosive” di Kaniel Dickens, Pillastrini taglia corto: «Se gioca in LegaDue e in Italia, qualche motivo ci sarà. Lo abbiamo preso per le sue qualità e cerchiamo di mascherare i suoi difetti. È un talento che se avesse più continuità giocherebbe nei Los Angeles Lakers. Per un allenatore accettare i pregi di un giocatore è facile, ma è pericoloso non vederne i difetti».


Livorno, priva di Bagnoli e Foiera, ha fatto di necessità virtù ma alla lunga ha pagato lo sforzo fisico. Dell’Agnello è comunque molto soddisfatto dei suoi: «Venire a Varese e regalare due giocatori così e rischiare anche di vincere, non si poteva chiedere di più. Abbiamo giocato senza lunghi e in panchina avevamo due ragazzi; alla fine abbiamo pagato sui rimbalzi d’attacco, almeno sei nelle ultime azioni. La differenza di stazza era così evidente che risultava difficile sovrastarla. Tiravamo contro gente di dieci, quindici centimetri più alta di noi. Ci voleva un miracolo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.