Prima di girare il mondo, gira la tua città

E' il titolo della guida, edita dall’assessorato alle Politiche educative del Comune di Varese, rivolta agli alunni e agli studenti delle scuole varesine, dalle elementari alle superiori

Prima di girare il mondo…gira la tua città e dintorni…” è il titolo della guida, edita dall’assessorato alle Politiche educative del Comune di Varese, rivolta agli alunni e agli studenti delle scuole varesine, dalle elementari alle superiori.

Si tratta di un “pacchetto” di visite guidate, di laboratori e di attività didattiche che ha come obiettivo la scoperta della città e del Varesotto. «Si tratta – ha detto l’assessore alle Politiche educative, Patrizia Tomassini – di un apporto originale alla didattica, un modo diverso di fare storia, geografia, educazione ambientale, partendo dal nostro territorio, dai monumenti, dalle piazze e dai palazzi della nostra città.
E’ un’educazione alla creatività osservando la natura e le opere di grandi artisti intese, quest’ultime, come preziosi documenti della cultura passata e basi per progettare il futuro da parte dei giovani studenti».
Gli studenti potranno scoprire il Sacro Monte patrimonio dell’Umanità (nella foto) e i musei di Cerro di Laveno, di Induno Olona e di Cocquio Trevisago, la Rocca di Angera e il percorso naturalistico artistico sul lago di Ganna, il borgo d’arte di Viggiù, i monasteri benedettini, il complesso di Torba e Castelseprio, la ceramica Ibis di Cunardo e le terre del sud-ovest americano a Cavona.
C’è poi la possibilità di fare gite fuori porta, a Milano, Monza, Lugano e Bellinzona, o di conoscere il Ccr di Ispra, Malpensa, il Centro Geofisico Prealpino. In programma anche conferenze e laboratori, dalla vita quotidiana a Roma alla storia industriale del Varesotto.

Le proposte rientrano nel progetto “Varese città educativa”: il Comune partecipa, dal 1996, al movimento “Città educative”, facendo propria la concezione della funzione educativa della città che deve assumersi la responsabilità della formazione, della promozione e dello sviluppo di tutti i suoi abitanti, ad iniziare dai bambini. L’idea di fondo è che istruzione ed educazione non siano relegate nei soli spazi scolastici, ma che attraverso il rapporto scuola-territorio tutta la città diventi “Città educativa”.

La guida sarà distribuita alle scuole, che dovranno far pervenire all’assessorato le schede di iscrizione per le visite guidate o le altre attività.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.