Quasi 150 mila euro per il restauro della Parrocchia di Abbiate

La legge prevede per gli edifici di culto di destinare l’8 per cento degli oneri di urbanizzazione secondari. Il sindaco: “Abbiamo raddoppiato quella cifra per scelta”

Centocinquanta mila euro per le parrocchia di Abbiate. È quanto sarà dato dal Comune alla parrocchia San Pietro e Paolo, deciso nei giorni scorsi dalla Giunta Comunale. Si tratta di uno stanziamento in parte previsto dalla legge, in quanto l’8 per cento degli oneri di urbanizzazione secondaria sono destinati ad “attrezzature di interesse comune per servizi religiosi”. “L’8 per centro era la cifra minima – spiega il sindaco Stefano Candiani – noi abbiamo deciso di raddoppiare questa cifra”. Che abbiano diritto a questo stanziamento, in città non vi sono altre religioni riconosciute, a parte i testimoni di Geova.
I soldi destinati alla parrocchia di Abbiate, in base a un progetto presentato dalla stessa, dovrebbero essere destinati per 120 mila euro a restauro della chiesa parrocchiale e per 30 mila euro a rifacimento del tetto della chiesa. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.