Quasi trecento milioni di euro per ammodernare il trasporto pubblico

Dopo aver elogiato il personale, il presidente di ATM ha spiegato le opere in programma per migliorare il servizio. Ancora sconosciute le cause del guasto alla MM2

È ancora in corso l’inchiesta tecnica interna sulle cause che hanno portato al blocco della M2 di lunedì 6 ottobre. Durante il percorso Cascina Gobba-Caiazzo il macchinista, cosciente del guasto all’alimentazione del convoglio, ha evitato prudentemente una complessa evacuazione del treno in galleria, ed è arrivato sino alla stazione di Udine. Qui, i circa 400 passeggeri presenti sul primo treno, sono scesi senza difficoltà. Proprio la lunghezza della rete aerea interessata (circa 500 metri ) è alla base della difficoltà di individuazione del guasto. Per il momento, dunque, non è possibile stabilire se l’origine del danno sia stato il treno o un problema all’alimentazione aerea.

Il presidente di ATM, Elio Catania , ha ringraziato ufficialmente le squadre di intervento che, in condizioni difficilissime, hanno ripristinato la circolazione dei treni in tempi estremamente ridotti rispetto all’entità del danno, “dimostrando grande professionalità”.

ATM ribadisce il proprio programma di ammodernamento (dall’inizio dell’anno spesi già 60 mln). A tutt’oggi sono oltre 296 milioni di euro i fondi stanziati per aumentare l’affidabilità del sistema di trasporto milanese.

Questo il dettaglio: riduzione rumorosità scambi e comfort di marcia dei treni, mediante sostituzione dei binari 44.4 mln; sostituzione degli scambi nelle metropolitane e per la rete tranviaria, 41.3 mln; Impermeabilizzazione delle stazioni del metrò 9.7; sostituzione sistema distanziamento treni M1 per aumentare la frequenza, 86.3 mln; adeguamento sottostazioni elettriche 7 mln; impianti e sistemi a servizio dei passeggeri non vedenti e altre opere 16.4 mln; sostituzione impianti elettrici 7.9 mln; videosorveglianza 7.9 mln; sostituzioni binari e rete aerea tram 75 mln.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.