«Quel fascio è un’offesa ai caduti della Grande Guerra»

L'Anpi protesta contro il comune che per commemorare i morti del primo conflitto mondiale insieme ai nomi esporrà il simbolo del Ventennio Fascista

Terminata la polemica  della messa di commemorazione dei repubblichini a Duno si ricomincia nel sud della provincia.
L’Anpi di Cassano Magnago, nel giorno della commemorazione della morte del partigiano Mauro Venegoni, protesta contro l’Amministrazione comunale, peraltro anch’essa sostenitrice della giornata di ricordo del patriota ucciso nell’ottobre del 1944. Il motivo della protesta riguarda un’altra celebrazione quella che si terrà nel giorno dei morti presso il Cimitero. In quell’occasione, secondo quanto comunica l’Anpi, il Comune accanto alle immagini dei Caduti della Prima guerra mondiale, esporrà il fascio littorio. "L’iniziativa dell’Amministrazione comunale – scrivono i repsonsabili dell’associazione nazionale partigiani d’Italia –  costituirà una grave offesa non solo alla Resistenza antifascista, ma anche ai Caduti del conflitto ’15-’18. Essa rivaluterà così la vergognosa strumentalizzazione fatta dal fascismo, subito dopo l marcia su Roma che associò il suo simbolo ai sacrifici affrontati dai soldati italiani sulle montagne del Carso".

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.