Raccolta differenziata, la città raggiunge il 50 per cento

Dopo la campagna estiva di sensibilizzazione sul tema rifiuti, il Comune diffonde i primi dati provvisori: “Grazie ai cittadini. Obbiettivo: il 55% nel 2009”

Tradate raggiunge il 50 per cento di raccolta differenziata. È quanto emerge dai dati provvisori del mese di luglio 2008, dopo la prima campagna d’informazione lanciata dal comune nel mese di giugno, quando venne realizzata la casa del malconsumo, un intero palazzo in centro città ricoperto di spazzatura. A questo evento, che ebbe un’eco di livello nazionale, fece seguito una campagna informativa di avvicinamento al mese settembre quando è stato poi eliminato il sacco nero, a favore di sacchi trasparenti distribuiti dalla società del comune che oggi gestisce il servizio di raccolta rifiuti, la Seprio Patrimonio e Servizi.

“I primi risultati che abbiamo in mano sono entusiasmanti – commenta soddisfatto il vicesindaco Vito Pipolo presentando i dati provvisori -. Abbiamo avuto una forte riduzione degli ingombranti, oltre il 15 per cento rispetto al mese di luglio del 2007. E questo è un grande risultato per un problema come quello dei rifiuti di questo tipo”. Diminuisce anche la produzione rifiuto secco (-7,4%), mentre aumentano i settori che vanno ad aumentare la percentuale di raccolta differenziata: plastica (+24%), umido (+50%) e vetro (+7%). In controtendenza la carta che invece diminuisce di 16 punti percentuali.
Tutti questi dati portano quindi la città ad avere una raccolta differenziata, secondo i dati forniti dal vicesindaco Pipolo “di poco superiore al 50 per cento, contro il 44 per cento del luglio 2007. Sono dati provvisori, ma possiamo sicuramente dire che la campagna messa in atto dal Comune sta funzionando. Soprattutto se si considera che questi dati non tengono ancora conto dell’eliminazione del sacco nero, avvenuta a settembre”.

Anche il sindaco Stefano Candiani è soddisfatto del risultato ottenuto. “Si deve dire grazie ai cittadini, non solo rimproverarli quando non fanno il loro dovere. Questo risultato lo stiamo raggiungendo grazie a loro. E bisogna ricordare di non abbassare mai la guardia sul tema rifiuti”.
”L’obiettivo – chiude Pipolo – è quello di arrivare per il primo trimestre del 2009 a una raccolta differenziata del 55-56 per cento. E per come stiamo viaggiando siamo sicuri che ce la faremo”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.