«Riaprire la “strada vecchia per Saronno”»

Il centrosinistra di Uboldo chiede di trova una soluzione in vista della realizzazione delle rotonde all'uscita dell'austorada

Una delle rotonde che saranno reliazzate all’uscita dell’autostrada di Saronno impedirebbe l’ingresso in città a chi proviene da Uboldo. È l’allarme che lancia la lista civica Il centrosinistra di Uboldo che si scaglia contro una parte del progetto approvato dal comune di Saronno che prevede il complesso sistema di rotatorie attualmente in costruzione all’uscita dell’autostrada, interamente finanziato dall’ampliamento della vicina Esselunga. Nel mirino del centrosinistra l’incrocio della “Strada Vecchia per Saronno” con la Strada Statale Varesina, una “strada  millenaria di  primissimo  collegamento  fra Uboldo e  Saronno – spiegano da Uboldo -;  dal Medioevo e fino all’autunno 2002 gli uboldesi, tramite questa strada, potevano tranquillamente accedere a Saronno per la via P.R.Giuliani. Poi  l’Amministrazione  Gilli  di  Saronno,  a  fine  2002, decise di chiudere la Via P.R.Giuliani, impedendone l’accesso da Uboldo”.

“Ora,  nell’ambito  del  progetto  di ampliamento  commerciale  di  Esselunga – proseguono dal Centrosinistra -,  verrà  costruita  proprio  una  rotonda  all’incrocio  della Strada Vecchia per Saronno, ma  anche  questo  nuovo  progetto  non  prevede migliorie per gli uboldesi. Viene  infatti  ancora  precluso  l’ingresso  in  Saronno, non solo da Via Padre Giuliani (direzione diritta), ma anche da Viale Europa (svolta a sinistra). Si  potrà  cio.  svoltare  solo  a  destra  (direzione Origgio). Si tratta in sostanza di una rotonda-barriera”.
“L’attuale Amministrazione Comunale di Saronno – chiudono da Uboldo – dice “no” a difesa dei suoi  “interessi” e “sì” quando sposta i suoi problemi ad altre comunità, come lo svincolo Saronno Sud”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.