“Ridipingeremo le sagome dei bambini di colore”

La scuola Piccinelli di Brinzio discute del gesto razzista contro i bimbi di colore e sfrutta il brutto episodio per fare educazione alla tolleranza

“Stiamo per ricomprare la vernice del colore giusto, e tra qualche giorno dipingeremo le sagome e faremo tornare i bambini al loro colore originario”. Elisabetta Riccardi, la maestra della scuola elementare di Brinzio, ha passato la mattina con i bambini a parlare del gesto razzista contro le sagome dei bambini di colore. Il clamore sulla vicenda e le indagini serrate dei carabinieri di Luino, rendono improbabile un regalo notturni degli imbrattatori, e allora a Brinzio si è pensato di intervenire, magari dando anche un significato simbolico in più. E c’è chi dice che la condanna unanime da parte della scuola, dell’amministrazione, e anche della società civile varesina, abbia contributo a creare un clima positivo che potrebbe tenere alla larga in futuro i razzisti : “Abbiamo reagito tutti e stiamo concludendo un lavoro didattico per condannare questo gesto, e per volgere in positivo tutta la vicenda. Probabilmente dipingeremo noi stessile sagome, insieme ai ragazzi del paese e ai volontari che oggi si riuniranno per valutare gli aspetti tecnici, poi insieme ai bambini probabilmente troveremo un modo per valorizzare anche la sistemazione delle sagome e darli un significato educativo concreto”.

Ancora oggi l’episodio è rimbalzato in tutta la stampa nazionale. Al di là dell’effetto cascata sull’argomento razzismo, va detto che gli abitanti di Brinzio, 870 abitanti, in qualche modo si sentono orgogliosi della progetto sulla sicurezza stradale e di aver reagito con chiarezza. “C’è stato davvero tanto clamore – spiega la maestra Riccardi – e adesso è importante che Brinzio non venga associato ai razzisti, ma credo che chi ha compiuto questo gesto, vedendo anche come è stata affrontata la questione, si sia ancora più vergognato”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.