Rivoluzione in vista a partire da dicembre

Tosi (PD)"Siamo molto preoccupati". Chiesta l’audizione in commissione dell’assessore Cattaneo, dei vertici di Trenitalia e dei rappresentanti dei pendolari

Rivoluzione in vista per i treni pendolari a partire dal prossimo 13 dicembre, quando entrerà in vigore l’orario invernale che Trenitalia sta illustrando in questi giorni agli enti locali. La novità è l’avvio dell’Alta Velocità Milano Bologna, che comporterà variazioni importanti sui treni maggiormente utilizzati da lavoratori e studenti che, da dicembre in poi, non fermeranno più in Centrale e partiranno e arriveranno alla stazione di Porta Garibaldi. Tra le modifiche anche l’allungamento dei tempi di percorrenza e la sostituzione, sicuramente tra Brescia e Milano, degli eurocity con i più costosi eurostar.

“In questi giorni – commenta Stefano Tosi, consigliere regionale del PD – Trenitalia e Regione Lombardia stanno convocando con eccessiva fretta riunioni con i rappresentanti delle Province lombarde per illustrare la bozza degli orari 2008/2009 che entreranno in vigore tra un mese in corrispondenza con l’avvio del collegamento ad Alta Velocità tra Milano e Bologna. Siamo molto preoccupati poiché la modifica dell’offerta del servizio ferroviario presenta diverse criticità, in particolare lo spostamento di treni pendolari da Milano Centrale a Milano Porta Garibaldi, l’aumento dei tempi di percorrenza, le soppressioni di treni. Sono condizioni inaccettabili e ci preoccupa che la Regione abbia perso il quadro complessivo e che stia lasciando soli gli enti locali di fronte a Trenitalia”.

Il consigliere Tosi ha anche chiesto con una lettera al presidente Giovanni Bordoni che convochi al più presto in Commissione Territorio l’assessore Cattaneo, i vertici di Trenitalia e i rappresentanti dei pendolari.

“Vorremmo sapere – conclude Tosi – qual è la posizione della Regione, soggetto programmatore del servizio ferroviario regionale, e quali sono le reali intenzioni di Trenitalia per il servizio regionale”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.