Sala Napoleonica, un video per scoprirne l’armonia

Mauro Campiotti è il regista del video introduttivo proiettato nella sala conferenza appena inaugurata: “Immagini per far scoprire alla città il tesoro che abbiamo sotto gli occhi”

“È un video sull’armonia, sulla possibilità che abbiamo tutti di vedere la bellezza del nostro patrimonio”. Mauro Campiotti è il regista del video che in queste sere viene trasmesso in apertura di ogni incontro dei dieci giorni di iniziative, organizzati nella nuova Sala Napoleonica. Immagini della Villa Napoleonica e di Villa Andrea, sotto diversi aspetti, in molti momenti della giornata. Il tutto in un video che esalta le particolarità del gioiello varesino. “Questo luogo è splendido – spiega Campiotti – ed è collocato in una città che spesso pensa di aver visto tutto del proprio territorio. Ma non è così. Non siamo abituati a vedere i nostri tesori per quello che sono realmente e spesso vengono apprezzati solo da chi viene da fuori, dall’esterno. Con questo video abbiamo puntato a vedere tutto con un’ottica diversa, nuova, non originale, ma armoniosa”. Infatti il video è stato curato nei minimi dettagli, soprattutto l’utilizzo della luce, con riprese effettuate in momenti particolari della giornata. Utilizzati anche carrelli, dolly e uno speciale braccio meccanico di 14 metri che rende le immagini in movimento fluide e, appunto, armoniose. “Abbiamo effettuato 10 giorni di riprese, purtroppo non consecutivi – prosegue il regista -, ma siamo altamente soddisfatti del risultato ottenuto, grazie anche a Camera di Commercio che non ci ha mai messo fretta. I lavori fatti di corsa non producono mai buoni risultati. È stato un buon lavoro di squadra”.
Mauro Campiotti non è nuovo a questo tipo di progetti. In passato ha realizzato, sempre per camera di Commercio, un dvd con la promozione dei diversi settori della provincia “proprio con l’ottica di vedere tutto con un’ottica diversa, una scoperta di ciò che ci circonda”.
Inoltre il regista, che ha recentemente terminato anche un cortometraggio, è cugino di un altro regista varesino, Giacomo Campiotti che da tempo ha un’affermata carriera in televisione e cinema, dove ha raccolto diversi premi nazionali e internazionali. “Lavorare con l’immagine – commenta soddisfatto – possiamo dire sia un piacevole vizio di famiglia”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.