Sangiano e Gavirate festeggiano per il Ponte del Sorriso

Domenica scorsa, in due manifestazioni organizzate sul territorio, sono stati raccolti fondi per il progetto del futuro ospedale. Il commento di Emanuela Crivellaro

"Caro amico in ospedale…..", iniziano così le tante frasi, poesie e letterine, che i piccoli delle Scuole Elementari di Caravate, Laveno, Leggiuno, Monvalle e Sangiano hanno voluto scrivere per i loro compagni ricoverati in ospedale. E non si sono fermati lì.
Hanno voluto, con le loro insegnanti, fare di più. Si sono messi all’opera ed hanno realizzato molti lavoretti per essere venduti durante la festa "Un mattone per il Ponte" a Sangiano. 
Piccoli oggetti utili e, soprattutto, bellissimi, preparati con grande impegno e fatti con il cuore di un bambino che vuole dare il proprio contributo al futuro al Ponte del Sorriso.

Come semplice e spontanea è stata la generosità di quanti si sono prodigati per organizzare "Un mattone per il Ponte": la Pro Sangiano, promotrice dell’iniziativa, e tutti i volontari, i Judo Clubs di Gavirate e Brebbia, che hanno dato spettacolo con i loro atleti, i Senso Unico, che hanno trasmesso emozioni cantando Vasco Rossi, i Fiò della Serva, con il loro tributo a Van De Sfroos.
Ma anche i Comuni del territorio che hanno sostenuto la manifestazione, alla quale hanno partecipato molte persone.

E se a Sangiano c’era "Un mattone per il Ponte", al Centro Commerciale di Gavirate c’era la Scuderia Club Ferrari di Travedona, con un Ferrari Day sempre per l’ospedale materno infantile. Oltre venti ferraristi, con le loro fuoriserie da sogno, hanno voluto sfilare per il sorriso dei bambini ammalati.
Tante energie positive intorno al Ponte del Sorriso, un grande progetto che, ogni giorno di più, diventa il progetto di tutti.
Emanuela Crivellare
Presidente Comitato Tutela bambino in Ospedale

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.