Saronno all’International Food Summit a Milano

Il sindaco Gilli ha firmato il protocollo per la promozioned ei prodotti tipici locali in vista dell’expo 2015

Nell’ambito della manifestazioni connesse al Festival Internazionale dell’Alimentazione – Milan International Food Summit a Milano, preparatoria della grande Expo 2015, si è tenuto a Milano, domenica 19 ottobre, presso la Loggia dei Mercanti, un incontro tra il Sindaco Letizia Moratti, il Presidente ANCI Leonardo Domenici Sindaco di Firenze ed i Sindaci dei Comuni che aderiscono al progetto La Rete delle città. Progetto che ha lo scopo di consentire la valorizzazione della storia

alimentare italiana e delle sue evoluzioni più moderne, per diffondere la tipicità ela genuinità dei prodotti agroalimentari specifici dei Comuni aderenti, così da rendere disponibile per l’EXPO il patrimonio alimentare rappresentato dalla rete dei Comuni di identità.

“A tal fine – fanno sapere dal Comune -, saranno assunte molteplici iniziative, dalla costruzione di percorsi tematici interattivi, in formato digitale, alle pillole di cultura alimentare in formato audiovisivo; storie che raccontano il patrimonio alimentare, girate ex novo, o tratte dagli archivi audiovisivi italiani, sulla storia alimentare italiana. La città di Saronno, secolare sede di produzione del liquore italiano più venduto nel mondo e dei celeberrimi biscotti, è sicuramente leader in questa importante nicchia di mercato, sicché darà il proprio contributo allo straordinario evento dell’Expo 2015 di Milano, che come tema principale ha proprio quello dell’alimentazione”.

Il Sindaco, Pierluigi Gilli, accompagnato da Lucio Bergamaschi, saronnese collaboratore del Sindaco Letizia Moratti, ha quindi preso parte alla manifestazione, al termine della quale ha sottoscritto l’adesione di Saronno al protocollo d’intesa della Rete della Città, insieme a numerosi altri Sindaci, rappresentanti delle più famose realtà alimentari italiane. Il Comune di Saronno, tramite l’Assessorato al Commercio ed alla Promozione del Territorio, ha già allo studio adeguate iniziative; il Sindaco Gilli ha anche annunciato l’intenzione di proporre la costituzione di un’associazione tra i Comuni dove si producono i più tipici liquori, rosoli e distillati d’Italia, da affiancare alle molte associazioni tra Comuni produttori di altre tipiche specialità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.