Saverino e Temelin fermano la corsa della Pro

Cremonese-Pro Patria 3-1. Tigrotti coraggiosi, fermati da due rigori ma ancora in testa alla classifica. Rete annullata a Mosciaro sul 2-1.

E al settimo giorno, si riposò anche la Pro Patria. La corsa dei tigrotti, dopo sei splendidi successi consecutivi si ferma sul difficile campo della Cremonese, con un 3-1 che forse non rende il giusto merito alla prova della squadra di Lerda, che si è arresa solo dopo la terza rete avversaria (e secondo rigore) arrivata nei minuti finali.

A sgambettare i biancoblù sono stati due giocatori con motivazioni pesanti, Davide Saverino e Gianluca Temelin: il primo ha giocato il proprio personale derby visti i trascorsi con la maglia del Varese ed è l’autore delle due reti che hanno aperto la gara, il secondo era invece l’uomo più atteso e ha realizzato il definitivo 3-1, non esultando per rispetto dei colori che ha vestito per tre stagioni.
Marcature aperte presto, al 16′ del primo tempo, grazie a un dubbio rigore concesso dall’arbitro Meli di Parma per trattenuta su Graziani. Dal dischetto Saverino ha battuto Anania. Al 37′ le cose per la Pro sembrano volgere al sereno, perché i grigiorossi rimangono in dieci: Pesaresi commette fallo da ultimo uomo su Cammarata (schierato al posto di Fofana) e viene cacciato con il rosso diretto. A gelare i tigrotti è però di nuovo Saverino a inizio ripresa con una punizione vincente su cui la barriera non sembra disposta al meglio.
Sotto di due reti la Pro Patria si scuote e nel giro di pochi minuti accorcia: fallo in area su Cammarata e rigore che Correa non fallisce. La Cremonese si raccoglie, prova a spezzettare il gioco dei biancoblù e rischia grosso quando Mosciaro deposita in rete ma l’arbitro annulla per un fallo di Cammarata. Nel finale ecco Temelin  campo e la sua rete dal dischetto, per un rigore che questa volta pare più evidente.
Nulla di compromesso però; la classifica continua a essere colorata a strisce orizontali biancoblù.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.